domenica, 17 Ottobre 2021
HomeSezioniArte & CulturaIl Sole passa dallo ''Gnomone''....

Il Sole passa dallo ”Gnomone”. Tutti al Duomo per il solstizio d’estate

Ci sarà un momento, anche se in realtà saranno tre (14, 21 e 28 giugno), in cui il sole filtrerà i suoi raggi nello Gnomone del Duomo di Firenze, ideato nel 1475 da Paolo Dal Pozzo Toscanelli e progettato per individuare il momento esatto del solstizio e determinare la durata dell'anno solare.

-

 

Ci sarà un momento, anche se in realtà saranno tre, in cui il sole filtrerà i suoi raggi nello Gnomone del Duomo di Firenze. L’appuntamento è ”fissato” dalle ore 12.30 alle 13.30 dei giorni 14, 21 e 28 giugno.

LO GNOMONE. Lo Gnomone nel Duomo di Firenze è il più grande del mondo con i suoi novanta metri di altezza. Ideato nel 1475 da Paolo Dal Pozzo Toscanelli detto anche ”novello Tolomeo”, restaurato dal Padre gesuita Leonardo Ximenes nel 1754 è stato progettato per individuare il momento esatto del solstizio e determinare la durata dell’anno solare. La sua altezza è tale che i raggi del sole, passanti per il foro, colpiscono il pavimento della chiesa solo in un periodo che va da fine maggio a fine luglio di ogni anno, solo per pochi minuti prima e dopo mezzogiorno. Lo gnomone (la cui parola greca significa “indicatore” ) è uno degli strumenti astronomici più antichi e diffusi: può essere un palo, una colonna, un obelisco, oppure un foro praticato sulla parete di un ambiente oscurato la cui ombra permette di misurare la posizione del Sole in cielo. Rimasti in uso fino al 1700, quando furono sostituiti con i telescopi: l’ultimo gnomone ad andare “in pensione” sembra sia stato proprio quello fiorentino.Gnomone2

SUL PAVIMENTO. In questo periodo l’immagine solare si forma sul pavimento della Cappella della Croce, a sinistra dell’altare maggiore, dove si trovano, sotto la protezione di lastre di ottone, una linea meridiana finemente graduata e due marmi circolari, uno dentro l’altro, che funzionano da contrassegni solstiziali. Il maggiore, con un diametro di circa 90 centimetri, ha le stesse dimensioni dell’immagine solare al solstizio d’estate.

TUTTI AL DUOMO. Promossa dall’Opera di Santa Maria del Fiore con il coordinamento scientifico del Comitato per la Divulgazione dell’Astronomia, del Dipartimento di Fisica e di Astronomia dell’Università degli Studi di Firenze e del Museo Galileo, Istituto e Museo di Storia della Scienza, l’iniziativa si svolgerà anche in caso di tempo avverso ed è ad ingresso gratuito con accesso dalla porta dei Canonici, davanti a via della Canonica.

Ultime notizie