sabato, 22 Giugno 2024
- Pubblicità -
HomeSezioniArte & Cultura"Violenza e colonialismo", una mostra...

“Violenza e colonialismo”, una mostra a Palazzo Medici

Oltre 70 pannelli con centinaia di documenti originali per raccontare l'occupazione italiana della Libia fra il 1911 e il 1943. Inaugura domani alle ore 18 la mostra “Violenza e colonialismo” organizzata dal Centro libico per l'Archivio Nazionale e gli Studi Storici nella sala “Nicola Pistelli” di Palazzo Medici Riccardi.

-

- Pubblicità -

L’esposizione, promossa dalla Regione Toscana tramite l’Istituto Storico della Resistenza in Toscana, resterà aperta tutti i giorni (mercoledì escluso) fino all’8 novembre. All’inaugurazione interverranno, fra gli altri, l’assessore toscano alla Cultura Paolo Cocchi, il presidente della Provincia di Firenze Andrea Barducci, il vice-ambasciatore della Libia in Italia Alì A.E. Ahmed.

“E’ la prima volta che la mostra, nel suo insieme, viene vista in Italia – ha precisato Cocchi – e siamo lieti di poterla ospitare a Firenze nel nome di una cultura della memoria che deve squarciare il pesante velo di silenzio depositato sull’esperienza coloniale del nostro Paese”.

- Pubblicità -

Dopo Firenze la mostra, che dedica particolare attenzione alla violenza che caratterizzò l’avventura libica (4mila morti solo nel 1911 e altri 80 mila nel periodo successivo: si calcola che un decimo dell’intera popolazione libica sia perito) si sposterà in alcune città italiane (iniziando da Bolzano, Merano, Verona, Ancona) mentre la versione anglo-araba volerà a New York e Londra.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -