Sarà nuova anche la struttura che la contiene e la protegge, tutta in muratura: un casottino il cui progetto è stato redatto dai tecnici del Quartiere 3 e che è stato sottoposto alla Commissione edilizia integrata e alla Soprintendenza. La nuova struttura è stata presentata dall’assessore ai nuovi stili di vita e ai rapporti coi quartieri Cristina Bevilacqua insieme al presidente del Quartiere 3 Andrea Ceccarelli e al presidente di Publiacqua Amos Cecchi. “Vogliamo sensibilizzare sempre di più all’utilizzo dell’acqua potabile dell’acquedotto – ha spiegato l’assessore Bevilacqua – per ridurre l’acquisto di acqua minerale. I fontanelli di acqua qualità sono il tramite giusto per far conoscere la bontà dell’acqua della rete idrica che è di ottima qualità ed è controllata quotidianamente”.

Grazie al fontanello dell’Anconella sono state risparmiate 7milioni e 500mila bottiglie di plastica da 1 litro e mezzo con conseguente risparmio di quasi 600 tonnellate di anidride carbonica. Sono quattro i fontanelli di alta qualità attivi in città, oltre a quello del parco dell’Anconella, uno Quartiere 1 in via dell’Agnolo dentro il Giardino Chelazzi, uno nel Quartiere 4 a Villa Vogel e uno nel Quartiere 5 nel giardino del Centro giovani di via della Sala. “Stiamo lavorando per un impianto analogo nei giardini di viale Tanini al Galuzzo – ha detto il presidente Ceccarelli- che prevediamo di completare entro l’anno”. Altri 2 nuovi fontanelli sono in arrivo anche nei Quartieri 2, e 5: in piazza Varlungo e in piazza del Sodo. “L’utilizzo dell’acqua dei fontanelli e dei rubinetti dell’acqua – ha spiegato il presidente Cecchi- non solo porta una notevole riduzione della plastica, ma ha anche un’influenza positiva sui bilanci delle famiglie. Si fa un uso abnorme dell’acqua imbottigliata. Attualmente una famiglia media spende 180euro l’anno per il servizio idrico al quale se ne devono aggiungere altre 240, sempre ogni anno, per l’acquisto di acqua imbottigliata che potrebbero tranquillamente essere risparmiati vista l’ottima qualità dell’acqua potabile che viene erogata dall’acquedotto. I fontanelli in questo senso funzionano da apripista”.

Ottimi i risultati dei fontanelli ad alta qualità: da gennaio a maggio di questo anno nel Quartiere 5 in via della Sala sono stati erogati 250.000 litri, mentre nell’arco del 2007 nel quartiere 4 dal fontanello di Villa Vogel sono stati erogati circa 1.200.000 litri. Il costo dell’installazione dell’impianto è di 32mila euro a cui hanno contribuito Publiacqua, Provincia di Firenze e il Quartiere 3. Per la manutenzione, costo dell’acqua e dell’energia, analisi di laboratorio, revisioni annuali è previsto un costo di circa 11mila 500 euro annui. Il fontanello del parco dell’Anconella nel quartiere 3 è stato il primo impianto, realizzato a Firenze nel 1998, per l’erogazione gratuita di acqua ad alta qualità e da allora è stato assiduamente frequentato da moltissimi cittadini. Si tratta di acqua proveniente dall’acquedotto di Firenze che grazie a dispositivi collocati all’interno del fontanello, viene trattata attraverso una serie di processi di filtrazione, sterilizzazione e refrigerazione che consentono la produzione di acqua con elevate caratteristiche qualitative, appunto acqua ad alta qualità.