domenica, 5 Dicembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaCarlotta, interviene Mattei: "Faremo piena...

Carlotta, interviene Mattei: “Faremo piena luce”

“Faremo piena luce su quanto è accaduto. No a difese corporative”. L'ha detto l'assessore alla mobilità Massimo Mattei intervenendo in consiglio comunale sull’incidente in cui ha perso la vita Carlotta Fondelli. L'assessore ha ricostruito l'episodio.

-

“Uno degli interventi che mai avrei voluto fare”: queste le parole con cui l’assessore alla mobilità Massimo Mattei ha iniziato la sua comunicazione in consiglio comunale sull’incidente stradale che ha causato la morte di Carlotta Fondelli. Dopo aver brevemente ricostruito l’episodio, l’assessore Mattei si è soffermato sul lato umano della vicenda. “Ringrazio tutti quelli, tra cui molti consiglieri comunali, che in questi giorni hanno fatto sentire a me, al sindaco Matteo Renzi e soprattutto alla famiglia di Carlotta Fondelli la propria vicinanza. Sono venuto a sapere dell’incidente nella notte, la mattina presto mi è sembrato naturale recarmi in ospedale. Lì per due giorni sono stato accanto ad una famiglia distrutta, stringendo con loro un rapporto fortissimo”.

L’assessore Mattei ha raccontato della visita del sindaco Renzi e dei consiglieri comunali Francesco Torselli e Michele Pierguidi. E anche della presenza discreta della Polizia Municipale: “Gli agenti erano distrutti così come lo era l’intero corpo che la sera sono andato a trovare per portare la solidarietà perché l’eventuale errore di una persona, se verrà accertato, non può inficiare il lavoro importante che Polizia Municipale svolge nella nostra città. Questo è stato ribadito in ogni momento anche padre di Carlotta chiedendo espressamente che al funerale partecipasse anche una delegazione di vigili. E facendo anche quel gesto che, nella drammaticità dei tanti momenti che abbiamo vissuto, è stato forse il più bello: quello di dare la mano a una vigilessa presente al funerale e poi abbracciarla”.

Mattei ha continuato sottolineando che “non c’è niente di più drammatico per un amministratore che è anche un padre essere accanto a un altro padre che si trova a vivere un momento così drammatico. Ho visto non solo una famiglia ma anche la comunità dolente degli amici che sono stati vicino alla famiglia e anche a noi amministratori. In questa occasione voglio ribadire che non un grido fuori luogo si è alzato dai familiari ed amici di Carlotta. C’è stata richiesta: che tutto fosse fatto perché fosse accertata la verità. E il sindaco Renzi, insieme agli altri amministratori e consiglieri comunali presenti tra cui Giovanni Galli, si è preso un impegno: quello di accertare tutta la verità sull’episodio. Non faremo difese corporative, vogliamo che per una ragazza di 18 anni che è morta a un incrocio sia fatta piena luce perché lo dobbiamo a Carlotta, ai familiari, agli amici”. “Sono convinto – ha concluso l’assessore Mattei – che su questa vicenda sarà fatta piena luce perché ci sono gli elementi perché questo avvenga ma vorrei davvero che ognuno di noi fosse attivo perché sia accertata la verità. L’offesa più grande a lei e alla sua famiglia è non fare piena luce su quello che è accaduto”.

Ultime notizie