martedì, 24 Novembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Concordia, terzo giorno d'udienza. ''Schettino...

Concordia, terzo giorno d’udienza. ”Schettino seppe subito”

Terzo giorno oggi dell'udienza della Costa Concordia. Oggi la parola ai Ris. Ieri la perizia ha rivelato che Schettino dopo 3 minuti dall'impatto con gli scogli sapeva già che stava entrando acqua a bordo. L'allarme, però, venne lanciato solo dopo 47 minuti.

-

Al via il terzo giorno dell’udienza.

LA TERZA GIORNATA. Puntuale come nelle due precedenti giornate, è arrivato questa mattina l’ex comandante Schettino al teatro Moderno di Grosseto dove si sta tenendo l’udienza per l’incidente probatorio sulla scatola nera della Costa Concordia. Indossa un abito scuro e mentre entrava dall’ingresso secondario, usato già in questi giorni, si è soffermato in strada salutando fotografi, giornalisti e operatori delle tv che si trovano in alcuni giardini privati delle vicinanze. “Buongiorno, buon lavoro a tutti” ha detto brevemente Schettino prima di recarsi in aula con i suoi avvocati e consulenti.

IERI. Durante la seconda giornata dell’udienza, ieri, è stata resa nota la telefonata che Schettino ebbe con le capitenerie di porto di Livorno alle 22.32 del 13 gennaio scorso. La telefonata risale a ben quarantasette minuti dopo che la Concordia urtò lo scoglio davanti al Giglio: “Stiamo imbarcando acqua, tanto è calma piatta”, avrebbe detto l’ex comandante. “E poi Dio ci pensi, non abbiamo problemi, dobbiamo solo mettere i passeggeri a mare, se ci mandate dei mezzi per cortesia… con molta velocità”. La telefonata è riportata nella perizia del gip di Grosseto – che è l’oggetto della maxiudienza per l’incidente probatorio – nella parte relativa alle comunicazioni tra la plancia e le autorità marittime competenti.

LA FALLA. Dalla perizia però è emerso anche che Schettino appena tre minuti dopo l’impatto con gli scogli “ha certezza di avere una falla a bordo, con una cospicua entrata d’acqua tanto da impedire l’ingresso nella sala macchine”. Schettino avrebbe dunque dovuto informare subito l’equipaggio “per permettere loro di assumere il proprio ruolo, fronteggiare l’emergenza e cooperare per la sicurezza dei passeggeri”.

Leggi anche:  Concordia, continua l’udienza. Perito: ”L’urto era evitabile’ –  Concordia, respinte tutte le eccezioni. L’udienza va avanti

Ultime notizie

Quanti contagiati oggi in Italia: crescono casi e morti per coronavirus

I dati del 23 novembre sui nuovi casi di coronavirus: quanti contagiati da Covid-19 ci sono oggi in Italia?

Natale 2020, 10 idee regalo a km 0 da ordinare online

La guida de Il Reporter per scegliere i 10 regali a km zero da comprare online per il Natale 2020

Decreto Ristori ter, quando il testo definitivo in Gazzetta Ufficiale (pdf)

Nuove risorse per il contributo a fondo perduto in favore delle attività chiuse e buoni spesa per le famiglie in difficoltà: il testo del "decreto ristori ter" presto in Gazzetta Ufficiale

Cosa succederà dopo il 3 dicembre con il nuovo Dpcm di Natale

Governo al lavoro sul nuovo decreto anti-Covid: spostamenti tra regioni, coprifuoco, impianti sciistici, apertura dei ristoranti la sera e feste in casa. Le ipotesi sul tavolo