venerdì, 3 Dicembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaE' un ex calciatore 26enne...

E’ un ex calciatore 26enne Mister Gay Italia 2013 / FOTO

L'incoronazione ieri a Torre del Lago: il nuovo ''reginetto'' è Giovanni Licchello, che ha colpito la giuria raccontando l’episodio legato a una cicatrice sul sopracciglio, che si è procurato difendendo un amico picchiato in una discoteca perché gay.

-

Si chiama Giovanni Licchello, ha 26 anni ed è un ex calciatore: è lui il nuovo reginetto gay d’Italia.

IL REGINETTO. Si è svolta ieri, domenica 1° settembre, al Mamamia di Torre del Lago (Lu), la finale nazionale della 17esima edizione di Mister Gay Italia, concorso organizzato dal portale Gay.it. Ad aggiudicarsi la fascia di ragazzo più bello e rappresentativo del mondo gay, battendo gli altri 6 concorrenti, è stato Giovanni Licchello, 26enne nato a Ferrara e residente a Brindisi, dove lavora come rappresentante di prodotti per studi dentistici. Single, ex calciatore, Giovanni ha colpito la giuria raccontando l’episodio legato a una cicatrice sul sopracciglio, che si è procurato difendendo un amico picchiato in una discoteca eterosessuale, perché gay. Il giovane pugliese si è dichiarato gay da sempre e ha affrontato un coming out sereno con parenti e amici, cui ha dedica la vittoria:  “Ho preso parte al concorso ��” ha spiegato – per trasmettere agli altri il coraggio di esporsi”.

PREMIO CORAGGIO. Nel corso della serata condotta dallo showman Paolo Tuci e dalla Draq Queen La Wanda Gastrica, uno dei finalisti, l’iracheno Hussyien Adnan, ha condiviso con il pubblico la sua storia di rifugiato politico in Italia, fuggito dal proprio paese a causa dalle ripetute molestie e percosse fisiche subite da parte della famiglia di origine che, non accettando la sua omosessualità, chiedeva per lui la condanna a morte. Dopo due anni passati in Germania, Hussyien si è trasferito a Torino, e lì ha trovato una nuova famiglia: una coppia gay unita da molti anni. “Ho due papà ��” ha raccontato ��” che mi accudiscono e mi hanno dato la possibilità di studiare e lavorare”. Per premiare il messaggio di libertà lanciato da Hussyien la giuria ha istituito uno speciale Premio “Coraggio”.

MISTER SORRISO. “Mister Gay sorriso” è la fascia assegnata invece a Michele Ratti, 39enne professore di matematica e fisica di La Spezia, gay dichiarato dai tempi dell’Università e orgoglioso di esserlo. Oltre a lavorare come professore in una scuola superiore privata paritaria di Spezia, Michele, che vive ad Albiano Magra (una frazione del comune di Aulla in provincia di Massa e Carrara), ha da poco aperto uno studio a S. Stefano Magra per l’insegnamento delle due materie, un progetto che prende il nome “Matematica+Mente”.

Ultime notizie