sabato, 23 Ottobre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaFusti tossici: ''Mancano alcuni bidoni''....

Fusti tossici: ”Mancano alcuni bidoni”. E la Toscana scrive a Monti

Le operazioni di recupero dei 114 fusti tossici su 198, dispersi al largo dell'Isola di Gorgona, sono state avviate. E per il ritrovamento dei bidoni mancanti, Regione Toscana e Comune di Livorno, scrivono a Monti.

-

Le operazioni di recupero dei 114 fusti tossici su 198, dispersi al largo dell’Isola di Gorgona, sono state avviate.

FUSTI TOSSICI. Sono state avviate le operazioni di recupero dei 114 fusti pieni, vuoti e sacchetti di materiale del carico disperso in mare lo scorso 17 dicembre dall’Eurocargo Venezia al largo dell’isola di Gorgona nell’arcipelago toscano. In tutto, la nave, perse 198 bidoni.

LA LETTERA. Ma i fusti mancanti, non si trovano. Per accelerare il loro ritrovamento, Regione Toscana e Comune di Livorno, hanno annunciato l’invio di una lettera congiunta al governo perchè il ritrovamento dei fusti mancanti sia portato a termine nel più breve tempo possibile, anche ricorrendo alla Marina militare.

L’ARCIPELAGO. “Nell’Arcipelago toscano – ha affermato l’assessore regionale all’ambiente Bramerini – si sono verificati troppi incidenti, dimostrazione del fatto che le normative di sicurezza non vengono rispettate. E’ necessario che il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti faccia in modo che il decreto sulla navigazione a distanza di sicurezza dalla costa sia effettivamente applicato. Da parte nostra ci siamo già attivati perché i monitoraggi ambientali proseguano per tutta la durata delle operazioni di rimozione, così da avere sempre un controllo sulla qualità delle nostre acque e della biodiversità”.

Leggi anche: Fusti tossici, al via la seconda fase delle operazioni di recupero Fusti tossici, indagini sul pesce. ”Nessun rischio per la salute umana”

Ultime notizie