Come annunciato nei giorni scorsi dai diretti interessati, questa mattina  sono andate in scena le lezioni in mezzo alle strade, in quanto “unico luogo in cui si troverà l’Università tra poco”.

Ed è stata proprio la splendida cornice di Ponte Vecchio il luogo in cui si  sono tenute le prime lezioni, che si sono spostate poi in piazza Pitti e piazza della Signoria.

Bloc notes, lavagna e gessi sono stati i protagonisti della mattinata, i “ferri del mestiere” degli oltre 100 studenti del Polo di Scienze oggi in trasferta nei luoghi del turismo fiorentino per protestare contro i tagli all’Universita’ previsti dal Governo. La prima lezione è stata sulla chimica delle sostanze naturali. In cattedra si sono avvicendati vari ricercatori, grandi protagonisti di questa protesta.

Dopo Ponte Vecchio gli studenti hanno fatto tappa in piazza Pitti, dove è andata in scena una dissertazione sui sensori, e poi ancora la “cattedra” si è spostata in piazza Signoria.

La protesta e’ stata decisa ed organizzata  dal Collettivo di Scienze: questa sera dovrebbe tenersi un’ulteriore lezione, mentre domattina ci sarà una manifestazione in centro che coinvolgerà anche gli studenti delle superiori.