venerdì, 14 Maggio 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaIl popolo delle pentole torna...

Il popolo delle pentole torna in piazza contro Berlusconi: ”no al bordello”

Il popolo delle pentole e dei mestoli ci riprova. Sabato scorso un centinaio di manifestanti ha messo in scena una rumorosa protesta con il premier Berlusconi, nel centro di Firenze. Adesso le manifestazioni raddoppiano: una il 5 febbraio, l'altra il 12.

-

Il popolo delle pentole e dei mestoli ci riprova. Sabato scorso un centinaio di manifestanti  ha messo in scena una rumorosa protesta con il premier Berlusconi, nel centro di Firenze. Adesso le manifestazioni raddoppiano: una il 5 febbraio, l’altra il 12. Quest’ultima è promossa anche dal popolo viola.

FLASH MOB FIORENTINE. Gli appuntamenti sono fissati per sabato 5 e 12 febbraio, sempre alle ore 11 in piazza Sant’Ambrogio. Si tratta di una flash mob per chiedere le dimissioni del presidente del Consiglio. L’idea è quella di scendere in piazza in modo pacifico, ma rumoroso, armati di pentole, mestoli, padelle e coperchi.

berlusconipiccolaLA MOBILITAZIONE SUL WEB. Il tam – tam è già partito su Facebook. La protesta del 12 febbraio è promossa anche dal popolo viola, che ha lanciato l’iniziativa in una ventina di città sparse per lo stivale, al grido di “Friggiamo  il regime” e  “L’Italia non è una Repubblica fondata sulla prostituzione”. A Pisa i cittadini si stanno organizzando per mettere in scena una flash mob il 12 febbraio.

IL “CACEROLAZO”. Sabato scorso un centinaio di persone ha partecipato ad un corteo simile. Un “cacerolazo”, una forma di protesta con pentole, coperchi e mestoli, che si è snodato per le vie del centro di Firenze scandendo lo slogan, “L’Italia non è un bordello”. Si è trattato di una manifestazione auto-organizzata, nata dall’idea di un gruppo di genitori di una scuola elementare, estranei a partiti e associazioni politiche.

Ultime notizie