lunedì, 21 Settembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Il presidente del Q1, ''Sciopero...

Il presidente del Q1, ”Sciopero della sete finché non parlo con Renzi”

Sciopero della fame e della sete, rifiuto delle cure per il diabete, occupazione dell’aula del consiglio comunale. Sembra di essere tornati all’epoca dell’occupazione di Donzelli&Co. della Sala dei Duecento, invece no, non siamo più nell’era Domenici e a protestare stavolta è il presidente del Quartiere 1 Stefano Marmugi.

-

 

Sciopero della fame e della sete, rifiuto delle cure per il diabete, occupazione dell’aula del consiglio comunale. Sembra di essere tornati all’epoca dell’occupazione di Donzelli&Co. della Sala dei Duecento, invece no, non siamo più nell’era Domenici e a protestare stavolta è il presidente del Quartiere 1 Stefano Marmugi.

ARROGANZA. E’ entrato nel Salone sventolando un foglietto, il presidente del Q1, mentre era in corso il consiglio comunale. Sopra c’era scritto “Ho chiesto la parola e mi è stata negata. Da adesso comincio lo sciopero della fame e della sete contro l’ennesimo sgarbo fatto a me ma soprattutto al quartiere e in generale a tutti i consiglieri dei quartieri”. Alla fine, però, il presidente del consiglio Eugenio Giani, la parola gliel’ha data. “Manifesto contro due anni di arroganza da parte dell’amministrazione comunale – ha dichiarato Marmugi – in due anni il sindaco non ha mai pronunciato la parola quartiere. E ora non me ne vado da qui finché non si presenta qui con il capo di gabinetto Lucia De Siervo”.

LA GOCCIA. La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata la reazione della De Siervo di fronte alla richiesta (“presentata rispettando tutte le procedure”, ribadisce Marmugi) di utilizzare gli spazi di piazza Annigoni per le attività estive del Q1. “Hanno tentato di rubarmi l’ennesima piazza – dichiara Marmugi – ma si tratta solo di un episodio all’interno di due anni di arroganza. Il sindaco non ci ascolta”. Un disagio già manifestato in passato anche dagli altri presidenti di quartiere, seppur con gesti meno plateali, solidali, comunque, con il gesto di Marmugi.

INSULINA. “Sono insulinodipendente – ammette il presidente del Q1 – non resisterò molto senza bere, né mangiare, né insulina”. Il sindaco però non è sceso in consiglio. In compenso è arrivato Bruno Cavini, eminenza grigia di Palazzo Vecchio. E si porta via il Marmugi dritto dritto nella stanza del sindaco. A pochi minuti dalla fine della seduta. Nessuna nuova occupazione dell’aula: per ora.

Ultime notizie

Elezioni regionali Toscana 2020: affluenza al 36,29% alle ore 19

I dati sull'affluenza alle urne alle ore 19 del 20 settembre per le elezioni regionali 2020 della Toscana

Fiorentina-Torino, le immagini della gara

Biraghi, Castrovilli e Chiesa i migliori in campo

Referendum 2020: affluenza al 29,71% alle ore 19

I dati sull'affluenza al referendum 2020 sul taglio dei parlamentari: alle ore 19 del 20 settembre ha votato il 29,71%