lunedì, 29 Novembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaMaltempo, ora è pericolo ghiaccio....

Maltempo, ora è pericolo ghiaccio. Limitati i disagi in città

Nevica debolmente sulla città, anche se per ora la neve non sembra attaccare. Preoccupazione per gli sviluppi del meteo, ma per ora non si registrano disagi.

-

Treni, garantito l’89% delle corse in fascia pendolare. In Toscana le nevicate el 1° e 2 febbraio non hanno al momento fatto registrare importanti blocchi nel traffico ferroviario, ad eccezione di due linee interregionali, la Prato-Bologna (tratta storica) e la Porrettana, che sono state chiuse a causa dei gravi problemi al traffico provocati dalla neve alla stazione di Bologna. Sulle linee ferroviarie toscane la mobilità è stata garantita, pur con alcune riduzioni del servizio, in linea con quanto previsto dal ‘Piano neve’ di Ferrovie dello Stato Italiane. Oggi, 2 febbraio, la circolazione è ripresa regolarmente sulle linee principali nella fascia pendolare mattutina (dalle ore 6.00 alle 9.00). Secondo quanto comunicato da Ferrovie dello Stato Italiane è circolato circa l’89% dei treni programmati, mentre le soppressioni (20 treni su 170) sono state determinate quasi esclusivamente dall’attuazione del ‘Poano neve’ di ferrovie dello Stato.

TRENI. A causa dei forti disagi causati dalla neve nella stazione di Bologna, la circolazione dei treni risulta limitata sulla linea dorsale a nord di Firenze. Per questo Ferrovie dello Stato ha chiuso temporaneamente la linea storica Prato-Bologna (utilizzata dai treni regionali e interregionali) e la Porrettana. In entrambi i casi è stato organizzato un servizio autobus sostitutivo verso i territori montani del pistoiese e del pratese. Resta alto il livello d’ attenzione in vista delle temperature rigide annunciate dalle previsoni meteo per i prossimi giorni.

1° FEBBRAIO. Ieri, 1° febbraio, sono circolati 635 treni sugli 841 in programmazione. Dunque nonostante la neve ed il ghiaccio è circolato il 76% del traffico regolare di un normale giorno feriale. La Toscana è stata tra le Regioni che hanno garantito maggiori servizi nonostante le nevicate. Nella fascia pendolare del mattino sono circolati in Toscana 124 treni sui 170 normalmente programmati (73%). Alcuni disagi si sono registrati sui treni provenienti dalle Regioni limitrofe, in particolare da Bologna, Faenza e da La Spezia. Tuttavia le cancellazioni e i ritardi si sono verificati principalmente sulle linee Firenze-Pisa- Livorno e Firenze-Prato-Viareggio.

MUGELLO. E’ allerta giacchio, adesso. La Regione Toscana ha emesso una nuova allerta meteo per ghiaccio che durerà fino alle 12 di lunedì 6 febbraio su tutto il territorio provinciale. Nevicate di debole intensità nel territorio del Mugello, mentre in Alto Mugello la neve sta ancora cadendo copiosamente raggiungendo i 40 cm. La viabilità risulta complessivamente percorribile, sempre con pneumatici termici e catene a bordo. Qualche criticità si sta registrando sui passi per tratti ghiacciati e innevati. A Marradi strade libere e percorribili grazie all’intenso lavoro degli addetti comunali, mentre nella mattinata si sono avvertiti disagi e difficoltà sul trasporto ferroviario. Domani, venerdì 3 febbraio, scuole aperte regolarmente in Mugello: a San Piero a Sieve con uscita regolare per la scuola primaria alle 12.20 (garantito il servizio di trasporto all’andata e al ritorno), per la scuola secondaria di primo grado uscita anticipata alle 13,45 senza servizio mensa (garantito il servizio di trasporto all’andata e al ritorno), per la scuola dell’infanzia lezioni dalle 8 alle 13 senza servizio mensa e trasporto di ritorno (garantito quello all’andata). Scuole regolarmente aperte anche nei Comuni dell’Alto Mugello che hanno però avvisato che nelle aree più periferiche si potrebbero verificare disservizi sul trasporto scolastico.

FIRENZE. Un po’ di nevischio inatteso e tanto freddo, ma la situazione a Firenze non fa registrare allarme né ci sono difficoltà sulla rete stradale. La neve caduta due giorni fa è scomparsa dalla città. I vari eventi previsti, tra i quali Immagine Italia alla Fortezza da Basso, sono regolarmente in corso e si svolgono senza alcun disagio. Allerta ghiaccio prolungata fino a lunedì. Segnalazioni da diverse parti della città.

AUTOBUS. La linea 2 ha subito questa mattina pesanti deviazioni a causa del divieto di transito per i mezzi pesanti sulla A1 nel tratto Firenze Nord-Barberino del Mugello in direzione Nord: lo spiega Ataf. Ai tir è stato imposto di percorrere la viabilità ordinaria, con conseguenti incolonnamenti che hanno provocato ritardi e deviazioni al servizio di trasporto pubblico locale. La situazione risulta attualmente in via di miglioramento. Intanto ha ripreso a nevicare in alcuni dei comuni limitrofi a Firenze: a Calenzano la condizione delle strade sta provocando ritardi per le linee 2 e 28, mentre la linea 25 viene garantita per intero da una navetta Ataf (bus dotato di catene) che fa la spola tra Pian di San Bartolo e Pratolino. Per informazioni contattare il numero verde Ataf 800424500 (da telefono fisso) oppure 199 104245 (da cellulare).

CAREGGI. “Pronti a nuove salature per zona collinare e per garantire l’accesso alla zona dell’ospedale di Careggi”: lo annuncia Palazzo Vecchio.

CRITICITA’ STRADALE. A causa dell’uscita obbligata dei mezzi pesanti dall’A1, sono segnalati problemi per il traffico sul viadotto all’Indiano. Traffico in autostrada maggiormente in direzione Bologna. A San Godenzo, località Edemo chiusa una strada comunale. Frazioni isolate ad Anghiari e Pieve Santo Stefano, nell’aretino. Sulla Fi-Pi-Li si sono formate alcune code per la presenza di molti mezzi pesanti dovuta alla chiusura della autostrada A1 in direzione nord. Per controllare sei i mezzi hanno gomme da neve o catene a bordo si sono formati fino a 13 km di accodamenti all’ingresso dell’ autostrada A1 Firenze nord, in direzione Bologna. Le viabilità risultano al momento percorribili senza particolari problemi anche se permangono in alcune zone, in particolare collinari e montuose, tratti ghiacciati ed innevati per la presenza di temperature rigide (temperatura minima al Passo del Giogo -10.2). Mezzi e personale del Servizio Viabilità, Protezione Civile e Polizia Provinciale stanno operando per garantire la percorribilità della viabilità di competenza.

GHIACCIO. Previsto un abbassamento delle temperature: attenzione al ghiaccio. L’attenzione della Protezione civile è rivolta soprattutto alle zone collinari. Macchina pronta a intervenire per ogni esigenza. Le previsioni meteo su Firenze non destano invece preoccupazioni, mentre il blocco dei mezzi pesanti attivato sulle autostrade crea difficoltà al traffico. Per il filtro attivato dalla Polstrada sui mezzi pesanti in A1, Autopalio e Fi-Pi-Li, segnalati problemi al traffico anche in città.

CALCIO. Primavera viola: rinviata la gara di domani Fiorentina-Genoa per maltempo.

DINTORNI DI FIRENZE. Segnalata neve anche nel Mugello. A Empoli circolazione normale nelle prime ore del mattino sulle strade di Empoli. Il Comune sta effettuando un nuovo spargimento di sale, mentre una seconda salatura sarà effettuata in serata. Il mercato settimanale di giovedì 2 febbraio è annullato. I banchi riprenderanno regolarmente la loro attività a Empoli dal 9 di febbraio. Scuole chiuse anche oggi, giovedì 2 febbraio, sia pubbliche che private, compresi gli asili nido. Sta nevischiando anche a Pontassieve. Sembra che al momento stia nevicando anche a Sesto Fiorentino dove sono stati rimandati a casa gli studenti delle scuole Agnoletti e Calamandrei.

PROBLEMI. Questa notte le criticità maggiori si sono registrate nella zona del circondario empolese, dove sia la SP65 (dell’Ecce Homo) che la SP26 (delle colline) sono state chiuse a causa di mezzi pesanti bloccati dal ghiaccio, mentre la SP62 era difficilmente percorribile sempre per problematiche di ghiaccio. Nel comune di Montespertoli via di Montelupo è stata chiusa nel tratto da via delle Mura e località Pulica. In azione tutti i mezzi della Provincia per garantire la percorribilità delle viabilità di competenza.

DISAGI. Intanto, dopo i disagi registrati ieri in varie zone della Toscana, con la sospensione dell’erogazione dell’energia elettrica in vaste zone – a macchia di leopardo un po’ in tutta la regione – in particolare nelle province di Arezzo, Grosseto, Pisa, Pistoia e Siena, in provincia di Firenze è stato invece installato un gruppo elettrogeno presso l’Ospedale psichiatrico giudiziario di Montelupo fiorentino per supplire alla mancanza di corrente e garantire l’elettricità alle persone che vivono al suo interno. L’effetto principale del freddo è il blocco delle caldaie che permettono di scaldare abitazioni, scuole e uffici. Non solo, anche le pompe degli acquedotti talvolta possono fermarsi e quindi in diverse località si possono registrare disagi anche nell’accesso all’acqua potabile, come nel caso di Castelnuovo Berardenga. Ma i problemi legati all’enrgia elettrica non sono finiti. La neve, il gelo e il vento hanno causato black out e 8.096 utenti dell’ Enel sono senza energia nelle province di Siena, Pisa, Livorno e Arezzo. La situazione piu’ critica nel senese dove in 5830 sono al freddo e al buio. E il presidente della Toscana, Enrico Rossi, attacca Enel: ”Paesi interi senza energia e al freddo. Il vero disastro lo si è avuto a causa dell’Enel, deve darci risposte”.

Le previsioni: Neve, maltempo fino a lunedì

Mobilità: Treni: ritardi e cancellazioni. Le Fs: ”Consultate la riprogrammazione”

Di tutto (e di più) sulla neve: Maltempo, l’allerta continua: ghiaccio e temperature polari /FOTOE le temperature scendono in picchiata: si arriva a -15 gradi”Col sale avanzato si fa la rosticciana…”: intanto i fiorentini ci ridono suDove eri il 17 dicembre? Raccontalo su TwitterPisa, ‘pioggia’ di alberi caduti per vento e neveChiuso per neve tratto A11 tra Viareggio e Massarosa

Ultime notizie