lunedì, 20 Settembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaNapoli, l'aspirante sindaco ''clona'' Renzi....

Napoli, l’aspirante sindaco ”clona” Renzi. Ma è del Pdl

Quel programma è copiato! Il grido di denuncia viene direttamente dalla bocca di Pippo Civati, alfiere e compare rottamatore del sindaco di Firenze Matteo Renzi. Nonostante che negli ultimi tempi qualche scaramuccia abbia insidiato il sodalizio, oggi Civati ci mette la faccia per difendere l'originale dalla copia. “Lettieri, candidato sindaco Pdl a Napoli, ha fatto copia e incolla”, accusa.

-

 

Quel programma è copiato! Il grido di denuncia viene direttamente dalla bocca di Pippo Civati, alfiere e compare rottamatore del sindaco di Firenze Matteo Renzi. Nonostante che negli ultimi tempi qualche scaramuccia abbia insidiato il sodalizio, oggi Civati ci mette la faccia per difendere l’originale dalla copia. “Lettieri, candidato sindaco Pdl a Napoli, ha fatto copia e incolla”, accusa.

100 PUNTI CONTRO 72. La copia in realtà non è del tutto riuscita, i punti del programma presentato da Gianni Lettieri, in corsa per la fascia tricolore, sono solo 72, contro i 100 tondi tondi di renziana memoria. Che le vie partenopee non abbiano offerto abbastanza spunti al candidato sindaco? Fatto sta che secondo Civati quei punti sono “clonati dai 100 punti per Firenze”.

CTRL+C, CTRL+V. A dimostrazione della tesi d’accusa, Civati cita nel suo blog alcuni stralci di programma che pare fatto con la carta carbone. Eccone un assaggio. Da Lettieri: “Legge obiettivo per Napoli. Senza una misura nazionale straordinaria, la città non può riaccendere i motori. Il governo deve subito varare una legge che consenta, anche in deroga, interventi per semplificare le procedure amministrative e riconoscere Napoli come un patrimonio nazionale da riqualificare”. Da Renzi: “Una legge speciale per Firenze. Se ne parla da anni. Alcune forze politiche l’hanno proposta, autorevoli Ministri l’hanno pubblicamente promessa. Mettiamoli alla prova”.

SENTINELLE DELLA BELLEZZA. Perfino l’ora e il giorno del ricevimento a Palazzo è stata copiata, fissata sempre per il mercoledì mattina. E anche le gite nelle scuole, una volta a settimana. Ma non è finita qui, perché Lettieri, pur senza aver nessun “vigilino” da ricollocare, ha fatto propria anche la squadra dei 30 dipendenti comunali, addetti al controllo del territorio comunale per individuare buche, cartacce e disagi.

CANTIERI E IDEE IN CANTIERE. E ancora Lettieri sui tempi dei cantieri: “I tempi giusti. Il Comune di Napoli è garante dell’attuazione del cronoprogramma delle opere pubbliche, consultabile online. Al primo posto la cultura e la pratica del risultato in tempi certi”. Renzi: “Prezzi chiari, tempi certi. Una volta alla settimana gli uffici tecnici scriveranno in modo chiaro un punto della situazione reso pubblico (anche via email a chi ne farà richiesta) sullo stato di avanzamento di tutti i cantieri aperti”. Lettieri: “Idee in corso. Il Comune indice un concorso annuale per raccogliere e mettere in pratica idee e progetti dei cittadini”. Renzi: “Chi più ne ha più ne metta. Bando di concorso annuale per raccogliere idee dai cittadini, che liberino il talento e l’ingegno dei fiorentini e che rafforzino il senso di un rapporto proficuo”. Ma forse Lettieri avrebbe fatto meglio a indire un concordo di idee per riempire il proprio programma.

Ultime notizie