Dieci giovani denunciati dalla Digos. 

LA MANIFESTAZIONE. Sono tanti gli aderenti alla manifestazione del 28 gennaio scorso che sono stati denunciati dalla Digos per vari reati: in particolare – spiega la Questura fiorentina – le persone denunciate sono finite sul registro degli indagati per invasione di terreni e violenza privata in concorso tra loro per aver occupato il cantiere dei lavori della Tav.

BLOCCO DEL CANTIERE. L’iniziativa messa in atto dal gruppo di giovani – copntinua la Questura – “oltre a discostarsi dal percorso indicato nel preavviso alla Questura, ha di fatto costretto i lavoratori del cantiere a sospendere i lavori per circa un’ora”.

DENUNCIATI. Tra i dieci giovani denunciati è stato individuato anche uno studente di 20 anni, autore dei ripetuti lanci di uova contenenti vernice rossa ai danni della filiale Fiat “Brandini Auto” in via Porta Nuova. Individuate anche due persone responsabili dell’accensione pericolosa di fumogeni durante la manifestazione.