Ci sono nuove leve tra gli agricoltori urbani, con 38 orti sociali del Quartiere 4 di Firenze affidati alle cure dei cittadini, dopo che nelle scorse settimane sono arrivate 107 domande per il bando pubblico. Non solo nonni-contadini, i “campi condivisi” di Firenze diventano family friendly: anche mamma e babbo con bimbi al seguito coltivano pomodori e lattuga. Per la prima volta il Quartiere 4 ha spalancato le porte dei suoi orti sociali alle famiglie.

Nel Quartiere 4 esistono 407 piccoli appezzamenti pubblici, più della metà di quelli presenti in tutta la città: distribuiti tra l’Argingrosso, San Lorenzo a Greve e San Bartolo a Cintoia, sono affidati gratuitamente alle cure dei residenti del quartiere che ne fanno richiesta e che non hanno a disposizione un pezzo di verde.

La novità per gli orti sociali 2018

Ogni dodici mesi viene riaperta la graduatoria per assegnare questi terreni, finora riservati a pensionati con più di 65 anni. Con il 2018, il Q4 – modificando il regolamento in materia – ha deciso di destinare il 20% degli orti tornati disponibili ai nuclei familiari, dando precedenza a quelli con figli piccoli, e un altro 10% agli over 50 in mobilità lavorativa. Una novità accolta con entusiasmo soprattutto dalle famiglie, che hanno presentato una quarantina di domande per il bando chiuso lo scorso 9 febbraio. Chi è rimasto fuori dall'assegnazione è stato comunque incluso nella “graduatoria verde” valida anche nei prossimi anni.

“Abbiamo deciso questa novità per le molte richieste che ci sono arrivate da giovani coppie con bambini – commenta Mirko Dormentoni, presidente del Quartiere 4 -. In più c’è un valore aggiunto, in questo modo creiamo luoghi di scambio intergenerazionale, con un’attenzione anche al sociale, coinvolgendo persone rimaste temporaneamente senza lavoro”.

Orti sociali 2018 Quartiere 4 Firenze famiglie foto consegna

La consegna ufficiale degli orti sociali 2018 nel Quartiere 4

In arrivo nuovi “campi condivisi”

Intanto il numero degli orti sociali del Q4 è destinato a crescere: nei prossimi mesi alla lista dei “campi a urbani” si aggiungeranno altri 10 appezzamenti ricavati accanto al nuovo giardino tra via del Ronco Lungo e via Giovanni dell’Opera, a San Lorenzo a Greve, che saranno aperti dopo le procedure di collaudo.