mercoledì, 25 Maggio 2022
HomeSezioniCronaca & PoliticaLa nuova "Pallestra" del centro...

La nuova “Pallestra” del centro Oda di Diacceto

Il Centro Riabilitativo Oda di Diacceto si arricchisce di un nuovo spazio multi-sensoriale, creato grazie all'impegno degli stessi utenti della struttura

-

Un nuovo spazio multi-sensoriale per i ragazzi del centro Oda di Diacceto: si chiama “Pallestra” ed è stato realizzato grazie ai proventi del mercatino di Natale che si è tenuto durante le scorse festività. Da tempo questa realtà cerca di aiutare i ragazzi che ne fanno parte attraverso eventi e attività che li coinvolgano attivamente.

Che cos’è la “Pallestra” del Centro Oda di Diacceto

Lo scorso dicembre i ragazzi disabili dell’Oda avevano aperto un temporary shop nel borgo di Diacceto, frazione di Pelago (Firenze), con una mostra dei loro apprezzatissimi manufatti artigianali. I prodotti erano stati realizzati durante i laboratori espressivo-manipolativi. Grazie ai guadagni dello shop, il Centro Oda di Diacceto è stato dotato di questa nuova “Pallestra” destinata al relax e alla stimolazione multisensoriale.

Oltre ai benefici fisici e mentali portati da questo spazio, c’è anche l’enorme soddisfazione personale da parte degli stessi giovani, artefici di questo progetto. “È un ambiente amatissimo dai ragazzi, oltre che uno strumento riabilitativo molto utile che possono utilizzare in tutta sicurezza immergendosi nelle palline”, spiega Don Fabio Marella, presidente della Fondazione Opera Diocesana di Assistenza di Firenze.

Centro Oda Diacceto

L’intero progetto della “Pallestra” ha visto la partecipazione di tutti.  Un vero e proprio gioco di squadra a cui hanno partecipato gli operatori e i manutentori della struttura, garantendo in breve tempo un risultato graditissimo dai ragazzi del centro.

Il centro riabilitativo Oda

Il Centro Riabilitativo Oda di Diacceto è una struttura con finalità di riabilitazione funzionale e sociale di soggetti portatori di disabilità fisiche, psichiche o miste. Il suo ruolo è importante perché ospita  casi per i quali precedenti percorsi di riabilitazione non sono riusciti ad ottenere un risultato soddisfacente. Al momento l’Oda accoglie 83 ospiti con disabilità medie, gravi e gravissime con o senza doppia diagnosi: 71 a ciclo residenziale e 12 diurno, con un età media di 35 anni.

Ultime notizie