domenica, 17 Gennaio 2021
Home Sezioni Cronaca & Politica ''Quale Europa per l'Italia?'': parte...

”Quale Europa per l’Italia?”: parte Eunomia Master 2014

Alle porte la IX edizione di Eunomia Master, nel segno dell'Unione Europea: a Settignano avranno luogo 4 week-end di studio per il corso di alta formazione politico-istituzionale.

-

Questo è sicuramente un momento in cui i rapporti tra Italia ed Unione Europea sono importantissimi, per due motivi: a maggio avranno luogo le elezioni europee e, a breve, si aprirà il semestre italiano alla guida dell’Ente sovranazionale. Così Eunomia Master, la scuola diretta da Dario Nardella, vicesindaco fiorentino, non poteva far altro che porre questo rapporto sotto i riflettori, rendendolo protagonista della sua IX edizione. L’Associazione si rivolge a 50 giovani amministratori (con età massima di 40 anni) provenienti da tutta Italia, che ascolteranno relatori di prim’ordine, tra cui si annoverano anche ministri ed ex ministri.

QUALE EUROPA PER L’ITALIA?. Il corso di alta formazione politico-istituzionale, organizzato da Eunomia, si terrà da venerdì 28 febbraio a sabato 5 aprile, attraverso quattro fine settimana di studio riuniti sotto il titolo “Quale Europa per l’Italia?”. Le lezioni si svolgeranno il venerdì pomeriggio e il sabato mattina, ogni due settimane, e avranno luogo a Villa Morghen, a Settignano, come vuole la tradizione dell’associazione Eunomia. Le lezioni saranno riservate ai corsisti, accuratamente selezionati lungo tutto lo “Stivale”, sulla base della meritocrazia e della completezza dei loro curricula. Questi, che parteciperanno con il beneficio di borse di studio conferite dagli sponsor, saranno motivati dall’interlocuzione con i relatori e dalla partecipazione attiva al dibattito, grazie a metodi didattici tipici del “post-università” (workshop, case studies, focus groups). Ognuno dei weekend sarà incentrato su una specifica area: istituzioni e politica, società, euro, economia e lavoro ed energia. I contenuti del corso spazieranno dal tema dell’identità europea e dell’integrazione politica degli Stati membri all’economia e alla finanza. Un altro tema che sarà reso centrale (data la sua inopinabile attualità) sarà quello delle aspettative della moneta unica, a cui sarà dedicata una lezione dal titolo “Crisi o evoluzione?”. Eunomia Master si svolge sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica.

RELATORI. Che siano più o meno noti, i conferenzieri che prenderanno parte all’evento sono sicuramente esponenti di punta dei loro settori. Tra loro i nomi di Andrea Orlando, neoministro della Giustizia, Gianni Pittella, vicepresidente del Parlamento Europeo, Fabrizio Barca ed Elsa Fornero, ex ministri del governo presieduto da Mario Monti, Debora Serracchiani, presidente del Friuli Venezia Giulia, e Marco Rizzo, segretario del Partito Comunista. Saranno presenti, inoltre, ministri uscenti del governo Letta, come Enzo Moavero Milanesi, Cècile Kyenge. Non saranno, comunque, tutti oratori legati in qualche modo al campo politico; tra i vari personaggi che prenderanno parte all’evento, infatti, ci saranno anche Paolo Scaroni, Carlo Malacarne e Francesco Starace (rispettivamente direttore generale di Eni, amministratore delegato di Snam ed amministratore delegato di Enel Green Power).

Ultime notizie

Fiorentina, prima volta allo stadio Maradona

La Fiorentina sfida il Napoli nel lunch match di domenica: le probabili formazioni. Commisso rinuncia allo stadio

In quanti in macchina, regole del nuovo Dpcm sulle persone in auto

Si può stare in tre in auto, se ci si trova in zona arancione e rossa? E in quanti si può viaggiare in macchina se si fa parte dello stesso nucleo familiare? Le regole del Dpcm anti-Covid e del decreto legge Covid

Centri commerciali aperti o chiusi nel weekend: regole del Dpcm

Shopping pre-saldi a ostacoli. In zona gialla e arancione tutti i negozi possono stare aperti, ma nel weekend scatta la chiusura dei centri commerciali (con qualche deroga)

Quante persone possono partecipare ai funerali: il Dpcm Covid e le regole

Cosa prevede il decreto anti-coronavirus in caso di funerale: quanti possono essere i partecipanti, per cosa scatta il divieto, quali sono le deroghe secondo il Dpcm