Prima le voci alzate, poi i cazzotti, poi ancora pericolosissimi cocci di bottiglie che hanno riempito la notte di Piazza Stazione. E’ la cronaca di una notte movimentata, finita con due feriti soccorsi da altrettante ambulanze.

La rissa è cominciata poco prima delle due. Protagonista un gruppo di immigrati piuttosto giovani,un pugno di ragazzi che ha cominciato a discutere. Insieme a loro, anche delle ragazze. Toni alzati, poi improvvisamente spintoni, calci, morsi e cazzotti. Due dei ragazzi hanno iniziato a picchiarsi, sdraiati in terra, in mezzo alla strada di piazza della Stazione.

Poi la prima bottiglia spaccata. E una ragazza, probabilmente la compagna di uno dei giovani coinvolti, che andava a fare rifornimento nei cestini per recuperare bottiglie, armi di guerra che ha spaccato all’altezza del collo (così da renderle taglienti) e consegnato al fidanzato.

Sul posto, allertati dai passanti, sono immediatamente intervenuti i Carabinieri, almeno 4 auto, e due ambulanze che hanno medicato i feriti. Entrambi portavano addosso le ferite dovute ai vetri utilizzati durante la rissa.