sabato, 16 Ottobre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaRoberta Ragusa, proseguono le ricerche...

Roberta Ragusa, proseguono le ricerche mentre la manifestazione si avvicina

Mentre proseguono i preparativi della manifestazione che si terrà lungo le vie di Gello nel comune di San Giuliano Terme il prossimo mercoledì, nei 5 cinque mesi dalla scomparsa di Roberta, non si fermano neanche le ricerche. Ma al momento, nessun risultato positivo.

-

Mentre proseguono i preparativi della manifestazione che si terrà lungo le vie di Gello nel comune di San Giuliano Terme il prossimo mercoledì, nei 5 cinque mesi dalla scomparsa di Roberta, non si fermano neanche le ricerche. Ma al momento, nessun risultato positivo.

LE RICERCHE. Mancano due giorni al 13 giugno, giorno in cui si celebrerà il quinto mese dalla scomparsa di Roberta Ragusa, la 45enne di cui non si ha più notizia ne alcuna traccia, dalla notte tra il 13 e il 14 gennaio scorsi. Una notte fredda in cui si sono incrociate due vicende: la scomparsa di Roberta e il naufragio della Costa Concordia. E mentre il relitto della nave giace appoggiata su un fianco agli scogli del Giglio, osservata giorno e notte da professionisti e non, Roberta riposa lontano dai figli, in un luogo che resta ancora un mistero. La Concordia si prepara, anche se lentamente, ad abbandonare l’isola, segnata per sempre da un evento di una tragicità unica. Roberta invece, aspetta solo che qualcuno la trovi, per essere finalmente restituita a coloro che l’hanno amata. Per questo le ricerche proseguono, anche con l’ausilio dei cani cinofili e siamo certi che continueranno, finché un corpo non sarà trovato.

LA MANIFESTAZIONE. Mentre i campi vengono passati al setaccio, Cinzia Guidi prosegue con l’organizzazione della manifestazione che si terrà a Gello, paese in cui viveva Roberta, il prossimo 13 giugno, giorno in cui ricorre il quinto mese dalla scomparsa. Il ritrovo è previsto per le 21.15/21.30 presso il parcheggio della parrocchia di Gello. Il corteo percorrerà via Matteotti per poi entrare in via Ulisse Dini, fino a raggiungere l’abitazione di Roberta Ragusa. ”Tutti possono partecipare, nessuno è escluso – commenta Cinzia Guidi – Più siamo meglio è. Chi vorrà, potrà portare striscioni, cartelloni e manifesti. Dobbiamo far sentire la nostra voce. Questo caso non deve essere archiviato senza una soluzione”. Proprio così, ”senza una soluzione”. E’ questa la paura di coloro che aspettano di mettere un punto ad un caso che sembra non volerne sapere si essere risolto.

Leggi anche: Roberta Ragusa, la manifestazione si avvicina. ”Rompiamo il silenzio” Si lavora per la manifestazione. ”Non dimenticatela’‘ – Un caso che non deve essere dimenticato

Ultime notizie