venerdì, 22 Ottobre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaSequestrate 5 tonnelate d'olio: veniva...

Sequestrate 5 tonnelate d’olio: veniva contraffatto e spacciato per extra vergine

Associazione a delinquere finalizzata alla frode, questo il reato contestato ai 17 indagati che avrebbero adulterato e contraffatto l'olio, spacciato per extra vergine di oliva, che mettevano in commercio.

-

Spacciavano, contraffacendolo, olio di bassa qualità per extra vergine d’oliva. Per questo sono state perquisite sei attività commerciali che producono e distribuiscono olio extra vergine d’oliva in varie province di Toscana, Emilia Romagna e Lazio.

LA FRODE. Associazione a delinquere finalizzata alla frode, questo il reato contestato ai 17 indagati che avrebbero adulterato e contraffatto l’olio, spacciato per extra vergine di oliva, che mettevano in commercio. Le perquisizioni sono state eseguite dai carabinieri dei Nas di Firenze insieme al personale dell’Istituto Controllo Qualita’ Repressione Frodi del ministero delle Politiche Agricole.

IL SEQUESTRO. Sequestrati circa 2.500 litri di olio privi di rintracciabilità oltre a due aziende olearie e un garage – in Toscana e nel Lazio – dove l’olio veniva imbottigliato e depositato abusivamente. Sotto sequestro anche 5mila litri di olio contraffatto e venduto come extra vergine, circa 73 chili di clorofilla e 4 barattoli di betacarotene sufficienti per trasformare in olio di pregio una grossa quantità di olio di semi, oltre alle attrezzature necessarie per l’adulterazione, il tutto per un valore complessivo di oltre 500mila euro.

Ultime notizie