domenica, 2 Ottobre 2022
HomeSezioniCronaca & PoliticaSuicidio choc: sigilla la stanza...

Suicidio choc: sigilla la stanza e muore soffocata / FOTO

Il corpo mummificato di una donna è stato trovato in un appartamento di Borgognissanti, al numero 24, nel centro di Firenze. Si è tolta la vita.

-

Pubblicità

Il corpo senza vita di una donna è stato trovato in un appartamento di Borgognissanti, al numero 24, nel centro di Firenze. Si tratta di un’imprenditrice tedesca di 58 anni, che – secondo le ricostruzioni – si è suicidata sigillando con del nastro adesivo il bagno di casa per eliminare ogni possibile ingresso di aria.

IL MESSAGGIO. Il cadavere, mummificato a causa dell’assenza di aria, è stato scoperto nel pomeriggio del primo settembre sul pavimento del bagno, circondato dai resti di vermi e larve. La stanza è priva di finestre e la porta è stata sigillata dall’interno con nastro adesivo sistemato lungo il battente. Il decesso risalirebbe a un mese fa. Accanto al corpo è stato trovato un biglietto datato 17 luglio 2011, scritto dalla donna. “Non vorrei nessun intervento per salvare la mia vita, anzi vorrei che la mia scelta di morire fosse rispettata – si legge nel messaggio – vorrei essere cremata e le mie ceneri gettate in Arno”. Poi le ultime parole: “Ho scritto sotto stato lucido e sobrio e vorrei che venisse rispettato”.

Pubblicità

MACABRA SCOPERTA. A dare l’allarme è stato un conoscente: in pensiero perché da settimane non aveva più notizie della 58enne, ha deciso di andare a farle visita a casa. Una volta entrato nell’appartamento, grazie a una copia delle chiavi di cui era in possesso, l’uomo è stato assalito dal cattivo odore proveniente dal bagno. Poi ha forzato la porta e si è trovato davanti il cadavere mummificato della donna. Sul posto sono intervenuti carabinieri, vigili del fuoco e personale del 118.

{phocagallery view=category|categoryid=219|limitstart=0|limitcount=0}

Pubblicità

Ultime notizie