La decisione del governo di abbattere il fondo per le politiche sociali rischia di mettere in crisi l’intero sistema assistenziale toscano.

“Grazie a risorse nostre riusciamo a contenere parte di questo taglio – spiega l’assessore alle politiche sociali Gianni Salvadori. – Vorrei rassicurare i cittadini toscani che, alla luce di tutto questo, il fondo per la non autosufficienza non verrà toccato. Si tratta infatti di risorse provenienti dalla nostre casse, senza tasse aggiuntive”.

“A nome di tutti i firmatari del documento – ha concluso Salvadori – esprimo la massima contrarietà nei confronti di una scelta che rischia di rendere ancor più deboli le fasce della popolazione più a rischio: anziani, disabili, giovani coppie, famiglie in situazioni di disagio”.

“La società toscana deve sapere che questa decisione può avere effetti immediati sul livello dei servizi e delle prestazioni. Preannunciamo forme di protesta per cercare di convincere il governo a modificare questo atteggiamento”.

“Vogliamo che siano ripristinati ai livelli del 2007 i trasferimenti per le politiche sociali e che sia mantenuto, nel 2010 e negli anni successivi, il finanziamento del fondo nazionale per la non autosufficienza“.