Martedì scorso i vigili si sono dedicati alla zona di via dei Bardi, Costa San Giorgio e Costa Scarpuccia.

Dalle 8 alle 18 sono stati controllati quasi cento veicoli: 62 le infrazioni rilevate per transito e sosta irregolare in ztl con 3 permessi ritirati. Sei i veicoli rimossi e 9 quelli su cui sono stati posti i bloccaruote. Gli agenti hanno poi multato tre conducenti per l’uso del telefono cellulare durante la guida e sei quelli per il mancato utilizzo delle cinture di sicurezza. I vigili hanno inoltre sequestrato due veicoli: uno perché privo dell’assicurazione e l’altro perché il conducente guidava con patente contraffatta.

Nella rete dei controlli degli agenti è finito anche un uomo di 40 anni che accedeva alla ztl senza più averne titolo.Infatti era residente il centro storico settore E fino al maggio 2006 e quindi oltre al contrassegno cartaceo aveva anche il relativo telepass per il transito sotto le porte telematiche.

Successivamente l’uomo ha però cambiato residenza (il nuovo indirizzo è esterno alla ztl) perdendo quindi i diritti di transito e sosta nella zona a traffico limitato. Ma l’uomo non ha restituito né contrassegno né telepass e anzi ha continuato a transitare e parcheggiare in ztl senza però averne più titolo.

Senza dimenticare poi che aveva cambiato anche l’auto per la quale era stato rilasciato il permesso continuando però ad utilizzare il contrassegno esponendolo in modo tale che la targa non fosse completamente visibile ai vigili. L’inganno è stato però scoperto dagli agenti del distaccamento di Porta Romana che hanno controllato l’auto perché parcheggiata in modo irregolare. Sul momento l’uomo è riuscito a celare che aveva il telepass per il transito in ztl ma i vigili, dopo una verifica, hanno scoperto non solo che questi aveva ancora l’apparecchio ma anche che era transitato per oltre 300 volte sotto le porte telematiche. Gli agenti hanno quindi ritirato il permesso e provveduto a far disattivare il telepass. L’uomo è stato denunciato per truffa e falso ideologico.