Via agli aiuti per Viareggio. Come aveva annunciato ieri, il presidente della Regione e commissario straordinario Claudio Martini ha firmato stamani sia la lettera indirizzata al Ministero delle finanze, con la richiesta di azzerare per un anno gli oneri fiscali a carico dei residenti nella “zona rossa” di Viareggio, che l’ordinanza di assegnazione di contributi alle attività d’impresa e professionali presenti nella stessa area, individuata nell’ordinanza emessa a suo tempo dal sindaco Lunardini.

In particolare, questo atto definisce i criteri percentuali di attribuzione degli aiuti finanziari:
per l’affitto di immobili da destinarsi temporaneamente a sede di attività produttiva, con le stesse caratteristiche dell’immobile distrutto o inagibile o indisponibile nel limite massimo di euro 1000 mensili, per un periodo non oltre il 31 dicembre 2009, al netto degli eventuali canoni di locazione già a carico dell’impresa per la locazione dell’immobile distrutto o inagibile o indisponibile;
per il riacquisto delle attrezzature e degli altri beni mobili strumentali all’esercizio dell’impresa, distrutti o irrimediabilmente danneggiati, localizzati negli immobili distrutti o inagibili o indisponibili, indispensabili ai fini della ripresa dell’attività produttiva nei locali sostitutivi, nella percentuale massima del 50 per cento della spese sostenuta e comunque nel limite di euro 200mila;
per il riacquisto delle scorte e materie prime distrutte e localizzate negli immobili distrutti o inagibili o indisponibili nei limiti necessari alla ripresa dell’attivitàproduttiva, nella percentuale massima del 30 per cento della spese sostenuta e comunque nel limite di euro 60mila;
per il riacquisto di beni mobili registrati (si intende automezzi da lavoro, ndr) aventi le stesse caratteristiche di quelli distrutti, nella percentuale massima del 75 per cento della spesa sostenuta e comunque nel limite massimo di euro 100mila, nonché per la copertura del costo della rottamazione, ove a carico dell’impresa, purché entro il 100 per cento del valore del bene distrutto.

Il complesso del finanziamento è pari a 750mila euro, cioè alla metà della somma resa disponibile dalla giunta regionale dopo il tragico incidente.

Sarà il Comune di Viareggio, cui dovranno essere presentate le domande di ammissione ai benefici previsti nell’ordinanza, a gestire la concessione dei contributi. Il termine per presentare le domande è stato fissato al 2 ottobre.