domenica, 2 Ottobre 2022
HomeSezioniCronaca & PoliticaVia Gioberti come piazza Pitti?...

Via Gioberti come piazza Pitti? Mattei, ”si può fare”

Tutti a piedi anche nella storica via del commercio tra piazza Alberti e piazza Beccaria. A risollevare l'argomento pedonalizzazione stavolta è l'assessore alla viabilità Massimo Mattei. E i politici e i commercianti si dividono (di nuovo).

-

Pubblicità

Non si sono ancora placate le polemiche per la recente chiusura al traffico della storica piazza dell’Oltrarno, che l’argomento ‘pedonalizzazione’ è tornato alla ribalta, dividendo politici, commercianti e residenti.

UNA STRADA INVASA DAL TRAFFICO. Questa volta protagonista del nuovo tormentone è via Gioberti, la bella via del commercio che collega piazza Alberti a piazza Beccaria. Se si eccettuano i rari casi in cui la zona diventa off limits alle auto in occasione di notti bianche ed eventi di quartiere, via Gioberti è una strada trafficatissima. Così, tra assalti ai parcheggi, clacson rabbiosi, smog e multe, qualche commerciante e alcuni politici sognano una pedonalizzazione dell’area stile via Tornabuoni o piazza Pitti.

Pubblicità

IN PASSATO. L’idea, in realtà, non è nuova. Già in passato le amministrazioni succedutesi a Palazzo Vecchio hanno tentato di chiudere al traffico via Gioberti, inclusa la giunta Domenici, costretta a fare un clamoroso dietrofront dell’ultimo minuto per le proteste di residenti e negozianti.

MATTEI. E ora a riportare a galla l’argomento è la squadra di Renzi, forte dei suoi recenti successi in campo. A parlarne è stato l’assessore alla viabilità Massimo Mattei, che in consiglio di Quartiere 2 ha fatto il quadro della viabilità della zona, sostenendo di non essere “contrario a priori alla pedonalizzazione di via Gioberti” e delle sue strade limitrofe.

Pubblicità

I CONTRARI. L’ipotesi però non piace ai consiglieri Jacopo Cellai e a Vito Poma e Jacopo Bellesi del Q2, che chiedono – prima della presentazione di ogni nuovo progetto – un piano globale della viabilità fiorentina e una seria interrogazione delle categorie interessate, già sul piede di guerra.

Pubblicità

Ultime notizie