sabato, 15 Maggio 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaVia l’anagrafe, a Palazzo Vecchio...

Via l’anagrafe, a Palazzo Vecchio arriva l’asilo aziendale. Novità sulle strade

Un asilo aziendale, il primo del Comune di Firenze, al posto dell’anagrafe. Palazzo Vecchio apre le porte ai figli degli oltre 5mila dipendenti comunali, mentre gli uffici per il rilascio di certificati, carte di identità e permessi sosta traslocano tutti al Parterre. Entro il 2014.

-

 

Un asilo aziendale, il primo del Comune di Firenze, al posto dell’anagrafe. Palazzo Vecchio apre le porte ai figli degli oltre 5mila dipendenti comunali, mentre gli uffici per il rilascio di certificati, carte di identità e permessi sosta traslocano tutti al Parterre. Entro il 2014.

ASILO. Lo ha annunciato ieri sera il sindaco Matteo Renzi, in diretta tv alla trasmissione Telekomando di Rete 37. L’operazione sarà portata a termine entro la fine del mandato. Per allora tutti gli uffici dell’anagrafe saranno trasferiti nei cubi rossi del Parterre, dove al momento già trova spazio un punto anagrafico decentrato. Qui nascerà la nuova “casa del Comune” aperta a tutte le richieste dei cittadini. A Palazzo Vecchio invece sorgerà l’asilo nido per i dipendenti comunali.

STRADE. Ieri sera il sindaco ha anche annunciato alcune novità in arrivo per la viabilità. Il tema buche continua a tenere banco e Renzi risponde con oltre 40 interventi in programma nei prossimi mesi dell’anno, tra cui quelli più imponenti: il completo rifacimento della sede stradale e dei marciapiedi in via dell’Agnolo, principale direttrice di ingresso del centro storico, e di viale Verga. Ma non solo. L’intenzione è quella di allargare la rete dei semafori “furbi”, in grado di regolare i  tempi in base al traffico. Da Pitti in poi gli impianti gestiti dal “cervellone” sono passati da 90 a 160. Entro fine legislatura, poi, dovrebbe essere completata la famosa e attesa variante Ugnano-Mantignano.

BUS. Per quel che riguarda i mezzi pubblici sono in arrivo altre pensiline intelligenti, di quelle dove è possibile controllare su uno schermo i tempi di percorrenza degli autobus. Le nuove pensiline saranno installate dal 28 febbraio. Inoltre il sindaco ha dichiarato di voler illuminare tutte le 202 fermate Ataf e Linea. Da fine febbraio, poi, i cittadini potranno controllare via web dove si trova esattamente il proprio autobus. Come? Basterà accedere al sito dell’Ataf tramite pc o smatphone.

Ultime notizie