sabato, 25 Settembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaVilla medicea di Careggi, entro...

Villa medicea di Careggi, entro il 2022 fruibili la Limonaia e il giardino

Per il restauro dell'intera Villa si dovrà attendere il 2024: diventerà la seconda sede fiorentina degli Uffizi

-

Entro il 2022 la Limonaia ed il giardino della Villa medicea di Careggi, luogo di immenso valore storico-culturale e prima delle ville monumentali acquistate dalla famiglia Medici, torneranno ad essere fruibili al pubblico.

Per il restauro dell’intera Villa si dovrà attendere il 2024, ma l’intenzione della Regione Toscana, ente proprietario dell’immobile, è quella di terminare a breve il restauro dell’intero complesso e farlo divenire la seconda sede fiorentina degli Uffizi, tramite il progetto ‘Uffizi diffusi’.

Il restauro della facciata della Limonaia

Il punto sul restauro è stato fatto dal presidente della Toscana Eugenio Giani. Giani ha annunciato di aver terminato il restauro della facciata e di aver bandito la gara per l’utilizzo della Limonaia. I lavori, è stato spiegato, dureranno circa un anno e al loro termine ci sarà uno spazio di ristoro che costituirà un punto di riferimento per chi vorrà godersi la villa. L’obiettivo è appunto arrivare al restauro completo entro il 2024.

Giani: “Qui la prima seduta della Giunta regionale”

“Restituire – ha detto Eugenio Giani – la Villa medicea di Careggi ai fiorentini ed ai toscani è uno degli obiettivi del mio programma elettorale – ha concluso il presidente – Qui ho anche voluto convocare la prima seduta della Giunta regionale da me guidata. Questa è una villa storica, la prima tra le ville monumentali comprate da Giovanni de Bicci, il padre di Cosimo il Vecchio”.

Ultime notizie