venerdì, 3 Dicembre 2021
HomeSezioniEventiC'è già aria di Natale:...

C’è già aria di Natale: porta Romana lancia le sue iniziative

Le botteghe di Porta Romana si uniscono per difendere il quartiere e lo fanno con una serie di eventi e iniziative per i cittadini. La prima? il ''My Boboli Christmas''

-

Le botteghe di Porta Romana si uniscono per difendere il quartiere dal degrado e lo fanno con una serie di eventi e iniziative per i cittadini. La prima? il ”My Boboli Christmas”. A inaugurare il nuovo centro commerciale naturale ”Boboli” ci penserà infatti un evento tutto dedicato al Natale: fra mostre, un torneo di scacchi, un concerto gospel e tante sorprese, all’appuntamento non potrà certo mancare Babbo Natale che si aggirerà fra i negozi e le strade di Porta Romana.

APPUNTAMENTO AL 4 DICEMBRE. La manifestazione natalizia si svolgerà durante tutta la giornata di domenica 4 dicembre, data simbolica per il quartiere che, per combattere il degrado della zona che va da Porta Romana a San Felice, si è unito dando vita a un progetto che racchiude 19 fra botteghe e negozi. Durante la giornata si alterneranno numerose iniziative gratuite, offerte ai cittadini dal neonato comitato di imprese locali.

SPAZIO ALL’ARTE. Si va dall’apertura straordinaria del Museo della Specola, dove verranno anche esposti i dipinti di Vanessa Longo e Antonio Guarnieri, alle visite guidate con accesso gratuito all’affresco dell’Ultima Cena del Franciabigio al Convitto della Calza fino alla disponibilità dell’Oratorio De’ Bini dove i visitatori saranno accolti dal suono dell’arpa di Eleonora Pellegrini.

UN LUOGO RICCO DI STORIA E UMANITA’. Le iniziative natalizie non si esauriranno con l’evento del 4 dicembre. La data dà il via alle aperture domenicali dei negozi della zona, durante le quali il centro commerciale naturale di Boboli ha in serbo altre sorprese per la cittadinanza. ”Da molto tempo sentivamo l’esigenza di dotarci di un strumento di azione comune, allo scopo di valorizzare al meglio le nostre capacità imprenditoriali a lungo provate dalla competizione con la grande distribuzione e dal progressivo degrado del nostro quartiere – spiega Lucilla Cracolici presidente Ccn Boboli – abbiamo creduto e crediamo fortemente che costituire un centro commerciale naturale significhi anche riscoprire l’orgoglio di appartenere ad un luogo ricco di storia e di umanità”.

Ultime notizie