La Pala Albergotti, che raffigura l’Incoronazione della Vergine, offre lo spunto per un confronto con la comunità scientifica. Nei tre giorni di convegno operatori ed addetti ai lavori, da tutto il mondo, esporranno le loro esperienze di restauro e discuteranno le tecniche ed i materiali che è più opportuno usare.

L’opera è un olio su tavola di 5 metri per 4, con una cornice monumentale intagliata, dorata e dipinta. E’ composta da una grande tavola che raffigura l’Assunzione e l’incoronazione della Vergine e due tavole laterali con i Santi Donato e Francesco e otto tavolete poligonali della centina che raffigurano le Sante. Fu eseguita dal Vasari per il fiorentino Filippo Salviati intorno al 1567.

Le due tavole laterali e le otto tavolete poligonali saranno oggeto della mostra “Vasari visto da vicino. Le tavole laterali della Pala Albergotti” allestita nella Sala del Museo medievale e moderna fino al 13 aprile e che verrà inaugurata in occasione dell’apertura del convegno il 28 marzo.