Mostra Fiori Firenze 2019 giardino Orticoltura
Foto: pagina Facebook Società Toscana di Orticultura

Fiori, artigianato, mostre o parchi. Per chi  durante il “doppio” ponte del 25 aprile e del primo maggio rimane a Firenze non c’è che l’imbarazzo della scelta. Andiamo a vedere quindi i principali appuntamenti in città.

La mostra dei fiori 2018

Iniziamo proprio da una speciale “settimana floreale”: dal 25 aprile al primo maggio la Mostra primaverile di piante  e fiori 2018 di Firenze torna a far sbocciare il giardino dell’Orticultura in via Vittorio Emanuele II, intorno al suggestivo Tempidarium del Roster.

L’evento, organizzato dalla Società Toscana di Orticultura, porta nell’area verde oltre 60 espositori selezionati tra i migliori florovivaisti che metteranno in vetrina le loro eccellenze: dalle piante grasse alle rose, dalle orchidee alle piante carnivore, oltre a utensili e mobili da giardino. Ci saranno anche iniziative culturali, conferenze e dimostrazioni d’arte. Sul sito della Società Toscana di Orticultura il programma completo degli eventi durante la Mostra dei fiori 2018 di Firenze

I fiori da ammirare: il glicine e il giardino dell’Iris

Il doppio ponte può essere anche una buona occasione per vedere il glicine più fotografato di Firenze, quello del giardino di Villa Bardini, con un affaccio mozzafiato sulla città. Fino primo maggio sono in programma visite guidate per scoprire i segreti del parco (su prenotazione) oltre a iniziative per la “Festa del Glicine”.

A poca distanza, proprio sotto piazzale Michelangelo, riapre i battenti una piccola perla verde della città, il giardino dell’Iris di Firenze che con le sue 10mila varietà provenienti da tutto il mondo è visitabile dal 25 aprile al 20 maggio, a ingresso libero, proprio in occasione delle fioriture.

Ecco gli orari: i due ettari sono aperti dal lunedì al venerdì dalle ore 10 alle 13 e dalle 15 – 19.30; sabato e domenica dalle 10 alle 19.30 con orario continuato (ogni giorno l’ultimo accesso è 30 minuti prima della chiusura). La Società italiana dell’Iris propone poi un ricco calendario di iniziative e anche passeggiate teatrali, ascoltando le opere di “Shakespeare a colazione” (domenica 20 e 27 maggio, alle 10 e 11, biglietti euro 15).  Info sul sito www.societaitalianairis.com.

Artigianato

Una tappa obbligata per chi va pazzo per l’handmade: alla Fortezza da Basso di Firenze si rinnova il consueto appuntamento con la fiera dell’artigianato più antica d’Italia: 800 espositori, prodotti provenienti dall’Italia e dall’estero oltre a molte iniziative. L'82esima Mostra dell’Artigianato di Firenze abbraccia tutti e i due i ponti e resta aperta fino primo maggio, ogni giorno dalle 10 alle 22.30 (ad eccezione del giorno di chiusura, fino alle 20). L’ingresso è a pagamento, ma con molte riduzioni, e dalle 19.00 entrata libera.

Mostra dell'artigianato 2018 Firenze

Foto: pagina Facebook Mostra dell'Artigianato

A Scandicci c’è poi un appuntamento a portata di tramvia. Da venerdì 27 a domenica 29 aprile 2018 la strada pedonalizzata dello shopping ospita “Le vie del gusto”: dalle 9 alle 20 specialità alimentari e artigianali da tutta Italia, grazie all’iniziativa del Centro commerciale naturale Città Futura con Confesercenti. Sempre a Scandicci domenica 29 aprile invece Vetrina Antiquaria in piazza Matteotti e mercatino di artigianato da piazza Togliatti a via Aleardi.

Arte (e scivoli)

Per chi preferisce l’arte contemporanea, la nuova mostra di Palazzo Strozzi “Nascita di una Nazione” è aperta tutti i giorni, compresi i festivi,  dalle 10 alle 20 (il giovedì fino alle 23) per un viaggio viaggio tra arte, politica e società nell’Italia tra gli anni Cinquanta e il Sessantotto, grazie a 80 opere di artisti come Renato Guttuso, Lucio Fontana, Alberto Burri, Emilio Vedova, Enrico Castellani, Piero Manzoni, Mario Schifano, Mario Merz e Michelangelo Pistoletto.

Sempre a Palazzo Strozzi è possibile salire sullo speciale scivolo di The Florence Experiment: una installazione-esperimento unica nel suo genere che permette ai visitatori di scivolare dal loggiato del secondo piano al cortile e di entrare in uno spazio laboratoriale nella Strozzina, collegato alla facciata del Palazzo. Gli orari sono gli stessi dell'esposizione al piano nobile.