lunedì, 10 Maggio 2021
HomeSezioniEventiFabi e la sua chitarra,...

Fabi e la sua chitarra, Filippo Graziani canta il padre

Doppio appuntamento in arrivo al Teatro Puccini: il 19 aprile sbarca a Firenze Niccolò Fabi, il 13 maggio sarà la volta di ''Filippo Graziani canta Ivan Graziani Viaggi & Intemperie Tour''. Ecco tutte le informazioni utili.

-

Doppio appuntamento in arrivo al Teatro Puccini: il 19 aprile sbarca a Firenze Niccolò Fabi, il 13 maggio sarà la volta di ”Filippo Graziani canta Ivan Graziani Viaggi & Intemperie Tour”.

FABI. Suonerà accompagnato solo dalla sua chitarra Niccolo Fabi, nel concerto in programma al Teatro Puccini il prossimo 19 aprile. Biglietti in prevendita da oggi nei punti del Circuito Regionale Box Office. Questi i prezzi: Posti numerati Platea 1° settore € 22,00 – Platea 2° settore € 18,00 (più diritti di prevendita).

Il 15 dicembre 2010 è uscito in tutti i negozi Feltrinelli il dvd cofanetto “Parole di Lulù”, progetto ideato e realizzato da Niccolò Fabi con l’obiettivo di rendere ancora una volta omaggio alla figlia Olivia, detta Lulù, scomparsa l’estate scorsa a soli due anni a causa di una meningite fulminante. Nel progetto è inserita la sua personale cover di “Parole Parole”, in duetto con Mina, rimasta in rotazione sui principali network nazionali per diverso tempo. La grande interprete ha voluto dare il suo unico e prezioso contributo alla causa, dando vita a un incontro in musica di forte impatto emotivo.

grazianiGRAZIANI. Arriva a Firenze con un nuovo originale allestimento “Filippo Graziani canta Ivan Graziani Viaggi & Intemperie Tour”. Sarà al Teatro Puccini il prossimo 13 maggio. Biglietti in prevendita da oggi presso tutti i punti del Circuito Regionale Box Office. Questi i prezzi: Posti numerati Platea 1° settore € 18,00 – Platea 2° settore € 13,00 (più diritti di prevendita).

Iniziato lo scorso anno con un sempre crescente successo di pubblico e critica, il viaggio di Filippo e Tommy offre la possibilità di riscoprire l’universo musicale e non solo del cantautore e padre Ivan Graziani. La regia è affidata a Pepi Morgia, che lo ha definito un “caleidoscopio di ricordi”. Per la prima volta, infatti, sono ricreati su palco gli ambienti familiari di casa Graziani con l’utilizzo di chitarre che furono di Ivan nonché mobili, quadri, valigie e suppellettili di ogni genere.

Ultime notizie