Sembra stia diventando una bella abitudine molto apprezzata dai cittadini, quella di vivere le piazze anche la notte. Dopo la festa della rificolona che ha coinvolto il quartiere 3, anche la cena in piazza Gualfredotto del 20 settembre è stata un vero successo, sia in termini di partecipazione, 240 i posti a sedere, che in termini di raccolta fondi.

“Grazie alla partecipazione dei cittadini – dichiara Francesca Cocco del negozio Esprimi un Desiderio che con il CCn Punti d’Incontro è stata tra le organizzatrici dell’evento – abbiamo raccolto i fondi non solo per l’acquisto di un defibrillatore con colonnina, ma saranno acquistate anche la teca riscaldata e il collegamento al 118 comprensivo di assicurazione. Siamo molto soddisfatte e vogliamo ringraziare a nome del CCn tutte quelle persone che hanno cucinato, servito ai tavoli e aiutato nell’organizzazione della serata”.

LE PIAZZE DEI FIORENTINI

“Come tutti i fiorentini sanno, ho molto a cuore le piazze della nostra città – dichiara il sindaco Dario Nardella – stiamo investendo tanto sulle riqualificazioni. Penso per citarne solo alcuni a piazza dei Ciompi, piazza del Carmine, piazza della Libertà, stiamo lavorando su piazza delle Cure, penso anche a tutte le piazze della tramvia, e tante altre. Per noi le piazze sono davvero il collante dei quartieri e dei rioni della città e non a caso sono i luoghi dove si ritrova ancora la comunità fiorentina. Perché Firenze è una grande città ma ha lo spirito del borgo, e qui in piazza Gualfredotto si ritrova la comunità di un borgo”.

Firenze in questi anni sta cambiando volto? “Firenze sta cambiando sia dentro che fuori. Dentro è una comunità più aperta alla novità, all’innovazione alla contemporaneità. Una comunità sicuramente più fiduciosa della media degli italiani basti pensare a come la tramvia ha cambiato lo skyline della città, ha modificato la visione urbana di un quartiere intero. Penso alla riqualificazione di molti immobili come la Manifattura Tabacchi, l'ex palazzo delle Ferrovie di viale Lavagnini e molti altri. Ovviamente le sfide sono grandi e abbiamo ancora tanto lavoro da fare”.

Cena piazza Gualfredotto defibrillatore

“Il nostro obiettivo è quello di avere una città cardioprotetta – dice il presidente del Quartiere 3 Alfredo Esposito – con una particolare attenzione al nostro quartiere, dove sono già molte le postazioni dei defibrillatori, ma vogliamo continuare anche negli spazi pubblici. Voglio ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile questa bella serata. Piazza Gualfredotto è un centro identitario, è un luogo molto radicato nel cuore dei cittadini. E’bello vedere una cena così partecipata per un evento così importante, questo valorizza i commercianti e i centri commerciali naturali grazie proprio alle tante iniziative che fanno vivere il nostro quartiere anche nelle ore serali”.

GRAZIE AI COMMERCIANTI

“Un grazie particolare a tutti i nostri commercianti – commenta l’assessora Welfare e sanità Sara Funaro – a tutti i nostri cittadini che stasera animano questa bella piazza per una causa importante: comprare un defibrillatore in collaborazione con la Misericordia di Badia a Ripoli, e dare risposte di presidi per la salute ai nostri cittadini. Sappiamo bene quanto avere un defibrillatore vicino nel momento in cui un cittadino si trova in difficoltà possa realmente servire a salvare una vita. Avere la nostra città con vari punti e presidi è fondamentale, per cui questa è un’azione che va realmente a dare una risposta importante”.