venerdì, 12 Agosto 2022
HomeSezioniSportBattuta l'Accademia ma niente play...

Battuta l’Accademia ma niente play off per l’Aeroporto Firenze Rugby

-

Pubblicità
I giochi sono chiusi, Firenze rimane staccata di un punto dal Piacenza e fuori dalla qualificazione play off. Anche quest’ultima chance di riagganciare gli emiliani è passata. Occasione reale, visto il mancato punto bonus che i Lyons non sono stati capaci di portare a casa con un Grande Milano penultima in classifica. Passano dunque Fiamme Oro, San Donà e appunto Piacenza, che si contenderanno con l’Unione Capitolina – prima del Girone 2 – il titolo di Campione d’Italia di Seria A e la promozione in Eccellenza per la prossima stagione. I fiorentini hanno lottato fino in fondo, lo dimostra la vittoria difficile di ieri in trasferta, contro una formazione di tutto rispetto – praticamente la Nazionale Under 20 – con la quale si era perso in casa nella gara di andata. Malgrado la “non” qualificazione, Il bilancio della stagione e del lavoro svolto dai giocatori e dai tecnici Ghelardi e Sordini è comunque molto positivo. Ci si è confermati nel ruolo di testa di serie del campionato – considerate le difficoltà e gli imprevisti occorsi – e si può anche mettere sul piatto della bilancia – senza niente togliere al valore dei leader più esperti – il vero plus di questa stagione: la consistenza dei giovani classe ’90 e il prezioso contributo dei veterani. I primi – Menon, Soldi, Passaleva, Fortunati Rossi, Genua, Di Francescantonio, Borsi, Meyer, Renzetti, Rapone e Ciampa, tanto per citarne alcuni – che, con un’età media di 20 anni, hanno dimostrato da protagonisti di essere all’altezza di rappresentare il futuro; i secondi per la disponibilità e l’apporto dato alla squadra nei momenti più difficili che si sono dovuti superare in questo difficile campionato.  
La cronaca vede I biancorossi parttre bene, mischie e maul sono molto efficaci, ma c’è una certa difficoltà a concretizzare il gran lavoro espresso. il primo tempo si protrae quasi integralmente sullo 0 a 0. Per circa 30′ Aeroporto di Firenze staziona nei 22 dei bianco azzurri accademici ma senza trovare la via della meta. Lo scontro è comunque di alto livello la partita fisica e si subisce anche un giallo con Bastiani. Il risultato si sblocca con il solito Santi negli ultimi minuti al riposo e con la trasformazione di Billot si chiude il primo tempo sullo 0 a 7. Nel secondo tempo i gigliati perdono quella supremazia nelle fonti gioco che li aveva caratterizzati nel primo tempo. La reazione dell’Accademia si sente sul loro punto di forza i trequarti. Altrettanto bene risponde la fase difensiva delle linee arretrate fiorentine, e questo ha contribuito ad alzare ancora il livello dello scontro. Doppio giallo per Bastiani e fuori defintivo che lascia in 14 una squadra che non muta però l’approccio alla gara. La meta di Falleri – da lui stesso trasformata – a metà della ripresa – seconda nel tabellino gigliato – mette al sicuro il risultato dal ritorno degli accademici che a 10′ dal termine vanno in meta con Panico. Il fischio dell’arbitro concede ai ragazzi di Ghelardi e Sordini la meritata vittoria e chiude un campionato caratterizzato da un’appassionante volata finale.
Paolo Ghelardi: “Questa vittoria non ci permette di andare alle finali, ma almeno fa capire che anche quest’anno, l’obiettivo che ci eravamo prefissati è stato raggiunto. Anno scorso ci è andata bene per un punto, quest’anno sempre per un punto non abbiamo avuto la qualificazione, ma siamo lì, il nostro valore l’abbiamo dimostrato. Sono state tutte partite vere, conquistate con la fatica, la determinazione e il bilancio di questa stagione lo considero positivo. Noi tecnici siamo contenti lo stesso. È stata una buona stagione, considerando anche tutti gli infortuni che abbiamo avuto, due stranieri che ci potevano dare il cambio e che non si sono avuti. La squadra poi era molto più giovane dell’anno scorso e con meno qualità, almeno sulla carta, invece siamo stati competitivi lo stesso. Penso che sia stata proprio una buona stagione.”
ACCADEMIA FIR TIRRENIA – AEROPORTO FIRENZE RUGBY 08-14 (0-7)
ACCADEMIA FIR TIRRENIA: Odiete (50 Benvenuti),  Guarducci, Campagnaro,  Bettin (60 Violi), Sarto, Padovani, Marinaro (70 Crestini), Marazzi, Nostran (54  Vian), Salvetti,  Bellocci (44 Grassotti), Berton,  Scarsini (26 Iovenitti) (74 Zanusso), Conti (54 Moricone), Panico.   All. De Carli Gianpiero.
AEROPORTO FIRENZE RUGBY: Nava, Renzetti, Rios, Menon, Bastiani, Billot, Morace (41 Falleri), Santi, Ippolito, Borsi (57 Bianco), Vella (60 Meyer), Soldi, Rapone (41 Lunardi) (68 Parri), Leoni (65 Fanelli), Cagna (35 Chiostrini).   All.: Ghelardi – Sordini.
Marcatori: 38 Mt Santi tr Billot;  II° tempo: 48 cp Campanaro; 59 Mt Falleri tr Falleri; 67 Mt Panico.
Arbitro: Mancini di Frascati.
Note: cartellino rosso al 48 per Bastiani (cartellini gialli al 22 e 48); cartellino giallo al 22 per Panico.
Serie A – Girone A – XXII giornata – 13.05.12 – ore 15.30
Rugby Grande Milano v Lyons Piacenza   14 – 22 (0-4)
Rugby Banco di Brescia v Udine Rugby   44 – 22  (5-0)
M-Three San Donà v Livorno Rugby   67 – 10  (5-0)
Donelli Modena v Med Italia Pro Recco   15 – 35  (0-5)
Accademia FIR Tirrenia v Aeroporto Firenze   08 – 14  (1-4)
Fiamme Oro Roma v Franklin&Marshall Cus Verona   38 – 11  (5-0)
Classifica finale Girone A:
Fiamme Oro Roma punti 93; San Donà punti 92; Lyons Piacenza punti 68; Aeroporti di Firenze punti 67; Udine punti 61; Recco punti 59; Brescia punti 57; Modena punti 51; Accademia Nazionale Tirrenia punti 49;  Cus Verona punti 36; Grande Rugby Milano punti 14; Livorno Rugby punti 5.
Serie A – Girone B – XXII giornata – 13.05.12 – ore 15.30
Novaco Alghero v ASR Milano   40-22  (5-1)
Gruppo Padana Paese v Amatori Catania  15 – 19  (1-4)
Rubano Rugby v Santa Margherita Valpolicella 12 – 12  (2-2)
Autosonia Avezzano v Zhermack Badia  32 – 12  (4-0)
Romagna RFC v Amatori Capoterra   20 – 00  (4-0)
Gladiatori Sanniti v Unione Rugby Capitolina  10 – 33  (0-5)
Classifica finale Girone B:
Capitolina punti 71; Romagna punti 67; Rubano  65; Amatori Capoterra e Badia punti 61; Amatori Catania punti 59; Valpolicella punti 58; Amatori Alghero punti 55; Avezzano punti 49; Paese punti 44; Asr Milano punti 20; Gladiatori Sanniti punti 13. 
^ Gladiatori Sanniti e Amatori Rugby Alghero 4 (quattro) punti di penalizzazione.
FASE FINALE
Al termine della regular season le squadre classificatesi al 1, 2, 3 posto del Girone 1 e la squadra classificatasi 1 del Girone 2, disputeranno le semifinali incontrandosi in partite di andata e ritorno con formula ad eliminazione diretta, con il seguente schema
Unione Rugby Capitolina – Fiamme Oro Roma
Lyons Piacenza – M-Three Amatori San Donà
Le vincenti della fase semifinale disputeranno la finale Titolo in campo neutro.
La vincente sarà designata Campione d’Italia Seria A e sarà promossa in Eccellenza.
FASE RETROCESSIONE. 
Retrocessione dirette due squadre.
Al termine della regular season le squadre che si classificheranno 11^ e 12^ in classifica del Girone 2, saranno retrocesse direttamente e parteciperanno la stagione sportiva successiva al campionato di Serie B.
Sono retrocesse direttamente in Serie B le seguenti squadre: 
Asr Milano e Gladiatori Sanniti.
Per determinare le altre due squadre che retrocederanno in Serie B si procederà ad uno spareggio retrocessione:
le squadre classificatesi 9^ e 10^ del Girone 2 e le squadre classificatesi al 11^ e 12^ posto del Girone 1, si incontreranno in partite di andata e ritorno con la formula ad eliminazione diretta secondo il seguente schema:
Avezzano – Livorno
Paese – Grande Milano
Le perdenti saranno retrocesse in Serie B.
Le partite di andata si giocheranno in casa della 9^ e 10^ classificata del Girone 2.
Passaggi.
Le squadre classificatesi al 11^ e 12^ posto del Girone 1 passeranno dal Girone 1 al Girone 2 o retrocederanno in Serie B in base al risultato dello spareggio retrocessione.
La squadra 2^ classificatasi del Girone 2 passa al Girone 1.
La squadra 1^ classificatasi del Girone 2 passerà al Girone 1 se risulterà perdente alla Fase semifinali/Finale.
Pubblicità

Ultime notizie