Mission, quasi, impossible dunque per il quintetto gigliato (già sconfitto sonoramente nella gara d’andata) che sarà diretto per la prima volta in panchina in veste di head coach da Francesco Puccetti (ex assistente) fresco di subentro all’esonerato Lambruschi. La mancanza di Andreaus nelle file biancorosse rende ancora meno agevole il compito per l’esordiente tecnico fiorentino, che troverà sulla sua strada due ex gigliati nelle file pontine: Ochoa e Muro. Se per il primo il ricordo è abbastanza evanescente (2000/01), per il bomber l’uruguagio la memoria assiste ancora e soprattutto consiglia di stare molto attenti alla guardia di Montevideo che, oltre che avere lasciato un buon ricordo con la casacca gigliata, sta lasciando altrettanti indelebili “ricordi” da avversario.

La SmartHouse Mabo trova un leggero conforto dal fatto che nell’ultimo turno di campionato hanno perso sia Matera che Molfetta, ovvero le due dirette concorrenti per la salvezza. Magra consolazione che Firenze, però, deve in tutti modi cercare di sfruttare per ricucire il gap in classifica e, soprattutto, per continuare a sperare. Palla a due al Mandela Forum di Firenze, martedì 27 gennaio alle ore 20.30.