Subito un botta e risposta nel primo periodo con Stritof che risponde a Udovicic e dopo l’uno-due di Alessandro Calcaterra e Madaras, la Rari che coglie il pareggio con Sottani, in superiorità numerica, e con il giovane Gobbi. I biancorossi sembrano in grado di tenere testa ai più titolati avversari che però, già nel secondo periodo ingranano la quarta ed allungano. Ancora un giovane, Bini, porta in vantaggio i gigliati ma Angelini e Udovicic riportano avanti i liguri che, con Bencivenga, si portano a più 2.

Segna ancora Sottani, sfruttando ancora un’azione con l’uomo in più ma è ancora Udovicic a riportare avanti la squadra di Pino Porzio (7-5). Radu, ad inizio terzo tempo, tiene ancora in gara la Rari ma poi, due doppiette di Angelini e Alessandro Calcaterra, inframmezzate da un rigore di Stritof portano il Recco sull’11-7. Il vantaggio è cospicuo ma i padroni di casa, forse rendendosi conto che la squadra di Dusan Popovic può ancora cercare di recuperare, chiudono la gara: vanno in gol Bencivenga, Madaras e Kasas, accorciano ancora le distanze Bini e Pagani, su rigore, ma il Recco chiude in crescendo con Felugo ed ancora Calcaterra. Rari superata in classifica dal Catania che ha regolato la Lazio.