lunedì, 17 Febbraio 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Mi chiamo Mr Kelp, risolvo...

Mi chiamo Mr Kelp, risolvo problemi (delle botteghe di Firenze)

Un’azienda che assume solo over 40 per dare una seconda possibilità a loro e agli esercizi storici in crisi. Ecco i progetti per Firenze

-

Nei quartieri spariscono le botteghe? Mr Kelp prova a dire di no, perché “se spariscono i piccoli negozi, sparisce il cuore”, anche a Firenze. È Alessandro Mazzocca a spiegare l’anima del suo progetto: “Mr. Kelp nasce tre anni fa da tre soci. L’idea è quella di coniugare il business con un’azione sociale sul territorio. Abbiamo dedicato molto tempo all’analisi approfondita di questo modello già adottato in alcuni paesi fuori dall’Italia, e alla fine abbiamo deciso di partire anche qui.

Siamo partiti nel 2016 con l’impegno di assumere soltanto over 40-50. Molti di loro avevano perso il lavoro e a quell’età è difficile potersi reinventare”. Scommettendo sulla loro voglia di una seconda opportunità, è partita la selezione. “La maggior parte viene dall’area fiorentina – continua Mazzocca –, li abbiamo ri-addestrati per lavori che si possono apprendere facilmente e in poco tempo e inseriti in una multiservizi. Al momento abbiamo sette divisioni attive: disinfestazione, giardinaggio, pulizie, posta, riparazioni, ristrutturazioni, utenze, servizi”.

Nuova speranza alle botteghe storiche

Presto si aggiunge anche l’idea di dare una nuova speranza non solo ai lavoratori, ma anche alle attività storiche che rischiavano di chiudere. La bottega Magherini, ad esempio, da sempre un punto di riferimento per il quartiere fiorentino di Gavinana. “Una ferramenta che esiste da oltre 50 anni – dice Mazzocca – ma il mercato non è più lo stesso e il negozio negli ultimi tempi era quasi vuoto. Così, abbiamo affittato il locale e assunto il figlio ultraquarantenne del proprietario. Abbiamo modernizzato la bottega con nuovi servizi (un’attività di posta privata, ndr), un maxischermo e una vetrina tutta nuova. Coniughiamo un alto valore consulenziale con il calore della vecchia bottega dove il cliente è coccolato e accudito. Adesso vogliamo replicare l’idea anche in altre zone della città, in modo che la città ritrovi vita. Se spariscono i piccoli negozi sparisce il cuore”.

mr kelp ferramenta

I progetti futuri di Mr Kelp a Firenze

Ma Mr Kelp non si ferma qui e per il 2020 in cantiere ci sono già due progetti da sviluppare: “Intanto la Kelp Academy – prosegue Mazzocca – una scuola per quei mestieri che richiedono un minimo di formazione teorica, a cui sarà associata anche una formazione pratica. Penso ad esempio alle pulizie: conoscere i vari tipi di materiali, dalla pietra al legno, i prodotti da usare… Inoltre, stiamo ragionando su un incubatore rivolto ai giovani e alle loro idee: hai un sogno? Portaci la tua idea strutturata: ascolteremo anche gruppi e, per quelli che troveremo interessanti, incuberemo il progetto. So che in Italia gli incubatori sono in perdita, ma noi assumeremo gli ideatori e svilupperemo il progetto attorno a loro. Andremo sull’idea, senza vincoli di età o titoli di studio”.

Sogni, cuore e lavoro: sembra questa la formula perfetta, l’elisir di lunga vita per le botteghe delle nostre città. Parola di Mr Kelp.

Ultime notizie

Incontro con Tomàs Saraceno al cinema Odeon di Firenze

Un documentario e una conversazione aperta al pubblico. Come partecipare all'incontro con l'artista e architetto argentino, protagonista della nuova grande mostra di Palazzo Strozzi

Meyer per amico: gli eventi dell’open day 2020

Cosa non perdere durante la grande festa per bambini dell’ospedale pediatrico di Firenze: magia, sport, personaggi dei cartoon e tanti laboratori. Ingresso gratuito

La bistecca alla fiorentina di Steak Home

Una particolare frollatura e un'esperienza gastronomica dedicata al mondo della ciccia. La nostra recensione su Steak Home di Corso Tintori, dove mangiare una bistecca in compagnia

Gli eventi di Many possible cities alla Manifattura Tabacchi

Arte, musica, incontri e cinema a ingresso gratuito: nell'ex complesso industriale fiorentino torna il festival dedicato al futuro delle nostre città, tra rigenerazione urbana e scelte green