venerdì, 3 Dicembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaAulla, esplode metanodotto. Dieci feriti,...

Aulla, esplode metanodotto. Dieci feriti, 5 case distrutte

Incidente a Tresana, frazione di Massa Carrara: conduttura del gas esplode ferendo gravemente due operai. Cinque case crollate.

-

Dieci feriti, di cui due in gravi condizioni, e cinque case crollate. E’ il bilancio dell’esplosione di una conduttura di gas metano, avvenuta nel pomeriggio a Tresana, a pochi chilometri da Aulla, in Lunigiana.

L’INCIDENTE. Secondo la prima ricostruzione dei vigli del fuoco, l’esplosione sarebbe stata provocata dal braccio meccanico di un escavatore che stava svolgendo un’operazione di manutenzione ordinaria del metanodotto (appartenente alla Snam Rete Gas). Una tubatura si sarebbe sganciata innescando la fiammata che ha investito  tre dei 5 operai addetti ai lavori: le  condizioni di due di loro adesso sono gravi, uno in particolare presenterebbe ustioni sull’80% del corpo.

I FERITI. Altre otto persone sono rimaste ferite in maniera meno preoccupante. Gli operai sono stati ricoverati al centro grandi ustionati di Genova. Gli altri feriti sono stati invece trasportati all’ospedale di Pontremoli. Cinque invece le case circostanti crollate. L’esplosione ha provocato un cratere di 20 metri di diametro e oltre 7 di profondità. Le fiamme, alte 200 metri, sono arrivate fino all’autostrada A15.

COMUNI SENZA GAS? Snam Rete Gas sta cercando di attivare un servizio di rifornimento del gas alternativo, per evitare che le case di Podenzana, Aulla, Licciana Nardi e Fivizzano, restino senza metano.

Ultime notizie