sabato, 6 Marzo 2021
Home Sezioni Cronaca & Politica Auto ecologiche, in arrivo gli...

Auto ecologiche, in arrivo gli incentivi del Comune

Palazzo Vecchio mette in campo cinquantamila euro per chi vuole comprare mezzi gree o trasformare il vecchio veicolo a gas. Ecco come richiedere il contributo.

-

Nuovi contributi in arrivo da Palazzo Vecchio per chi vuole acquistare auto ecologiche o trasformare un vecchio veicolo a gas.

GLI INCENTIVI. Ammontano a 50mila euro nel complesso gli incentivi, che hanno l’obiettivo, parola degli assessori all’ambiente e alla mobilità, Caterina Biti e Filippo Bonaccorsi, “di incentivare le buone pratiche per l’ambiente”.

CHI PUO’ ACCEDERE. Tali risorse, reperite da fondi regionali, serviranno a saldare le vecchie domande rimaste a bocca asciutta per l’esaurimento del plafond. Ma c’è spazio anche per nuove richieste.  In entrambi i casi sarà seguito il criterio cronologico di presentazione delle domande. “Anche in un momento difficile per i bilanci comunali come quello attuale siamo riusciti a recuperare alcuni fondi per incentivare le buone pratiche per l’ambiente – commentano Biti e  Bonaccorsi –. Questi contributi facilitano il ricambio del parco mezzi, con tutto quello che ne consegue a livello di beneficio per a livello di riduzione dello smog”.

I VEICOLI AMMESSI. Ecco i veicoli ammessi al contributo con i relativi importi: bicicletta elettrica a pedalata assistita: 30% del costo (fino ad un massimo di 200 euro); ciclomotore (fino a 50cc 4 tempi Euro 2) o di una moto (fino a 250 cc Euro 3) con rottamazione obbligatoria 200 euro; ciclomotore elettrico a 2 o 3 ruote (con potenza oltre i 1000 watt), 750 euro; vettura elettrica o ibrida con rottamazione 2.000 euro (senza rottamazione1.000 euro); veicolo commerciale leggero (N1) elettrico o ibrido, con rottamazione 6.000 euro (senza rottamazione 3.000 euro).

QUELLI DA TRASFORMARE. Ed ecco i mezzi e le cifre destinate alla trasformazione dei veicoli a gas: autovetture a benzina Euro 0 a metano (800 euro), a Gpl (700 euro); autovetture a benzina Euro 1 e successive omologazioni (E2, E3..) a metano (1.000 euro), a Gpl (700 euro);  veicolo commerciale leggero a metano o Gpl, 2.000 euro I veicoli per i quali viene richiesto il contributo devono obbligatoriamente essere omologati per la circolazione su strada.

COME RICHIEDERE IL CONTRIBUTO. Possono richiedere il contributo i cittadini residenti nel Comune di Firenze, per un massimo di due contributi ad anno solare; i professionisti con domicilio fiscale nel Comune di Firenze, per un massimo di quattro contributi ad anno solare; gli enti pubblici e privati, le associazioni Onlus e società con sede legale e/o operativa nel Comune di Firenze, per un massimo di dieci contributi ad anno solare. Il contributo potrà essere richiesto esclusivamente dai possessori del veicolo e che non deve essere già stato richiesto analogo contributo statale. Le domande, corredate della documentazione richiesta dal disciplinare, reperibile sul sito del comune http://www.comune.fi.it, dovranno essere presentate in forma cartacea (non per posta ma solo di persona o con delega) presso l’Ufficio Nuove Infrastrutture e Mobilità in via Mannelli, 119/i secondo piano.

Ultime notizie

Toscana zona rossa o arancione: il colore della prossima settimana (8-14 marzo)

Per Pistoia e Siena probabile la conferma delle restrizioni, Empoli e Arezzo rischiano il cambio di colore. E ora si sa se la Toscana sarà zona rossa o arancione la prossima settimana (8-14 marzo)

Fiorentina, contro il Parma è una gara da ultima spiaggia

Senza Ribery un vero e proprio spareggio tra pericolanti. Ballottaggio tra Eysseric e Callejòn: le probabili formazioni di Fiorentina - Parma

A Firenze laboratori di circo e teatro per bambini, ragazzi e adulti (gratis)

Gli appuntamenti del progetto "Fuori centro - Racconti urbani", un programma di laboratori di circo, teatro e narrazione dedicato a bambini, ragazzi e adulti nei quartieri periferici di Firenze. Tutto gratis

A che ora è il coprifuoco anticipato: l’ipotesi per il nuovo Dpcm

Il governo Draghi pensa a un nuovo Dpcm da far entrare in vigore quando la situazione dei ricoveri diventerà critica: a che ora sarà anticipato il coprifuoco