mercoledì, 8 Dicembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaBefana, istruzioni per l'uso. Gli...

Befana, istruzioni per l’uso. Gli eventi in programma (anche fuori porta)

Piccola guida alle iniziative in programma nel giorno dell'Epifania. A Firenze, ma anche nel resto della Toscana.

-

 

L’Epifania tutte le feste si porta via? Sì, ma c’è ancora un giornata intera per festeggiare e così, se non si vuole passare l’Epifania a fare acquisti per i saldi appena cominciati, si può sempre optare per un programma alternativo, che ripercorra le tracce della vecchina “ringobbita” che porta carbone ai bambini meno buoni. Oltre alla tradizionale Cavalcata dei Magi, quest’anno in salsa multietnica,  che dalle 14:30 attraverserà tutto il centro storico di Firenze partendo da Palazzo Pitti e arrivando fino alla Cattedrale di Santa Maria del fiore, si può sempre organizzare una gita fuori porta con destinazione Barga, ad esempio.

FUORI FIRENZE. Nel paesino della Garfagnana c’è una forte tradizione legata all’Epifania e nella piazza principale una cassettina posizionata ad hoc accoglie nel corso dell’anno le letterine che i bambini scrivono alla Befana, che il 6 gennaio li aspetta nella sua casina di Pegnana, alle porte del paese, per offrire regali e dolciumi in quantità. Altra inizitiva interessante per chi ha voglia di fare una scampagnata è il cossidetto Treno a vapore della befana che parte da Firenze e arriva a San Piero a Sieve, in pieno Mugello, attraversando pian pianino tutti i paesinI che si trovano lungo la ferrovia. Anche a San Piero, manco a dirlo, ad aspettare i viaggiatori in arrivo dal capoluogo, ci sarà una vecchina carica di doni.

LA CRISI COLPISCE ANCHE LA BEFANA.L’unica nota dolente, riguardo alla Befana fuori porta, riguarda il paesino di Santa Maria a monte, in provincia di Pisa, dove quest’anno “causa crisi” non verrà esposta la famosa “Calza più lunga” (oltre 250 metri e realizzata con tovaglie e pezzi di stoffa dai cittadini e dai commercianti), che più volte a provato ad entrare nel Guinness dei primati.

L’IDEA ALTERNATIVA. I “grandi” che non l’hanno mai fatto e che volessero dare una piega cultural-religiosa alla giornata potrebbero cogliere l’occasione per vedere dal vivo uno dei cicli d’affreschi più emozionanti della storia dell’arte, quello custodito nella Cappella dei Magi, a Palazzo Medici Riccardi, Da Benozzo Gozzoli, allievo del Beato Angelico. Un capolavoro tutto fiorentino che nel giorno dell’Epifania avrebbe un motivo in più per essere visto. O rivisto.

PER SAPERNE DI PIU’: Dal Meyer al centro. In auto con la Befana / LE FOTO La Befana porta il freddo: in Toscana maltempo e neve a bassa quota Epifania, tre milioni in partenza. E Firenze si ”spopola’

Ultime notizie