domenica, 20 Settembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Carabinieri aggrediti nel grossetano, Renzi:...

Carabinieri aggrediti nel grossetano, Renzi: ”Gli autori paghino fino in fondo”

I due militari dell'arma sono stati aggrediti in seguito a un controllo, da quattro ragazzi che tornavano da un rave party. Uno di loro è in gravi condizioni.

-

Carabinieri aggrediti da quattro giovani durante controllo: uno di loro è grave.

RAVE PARTY. L’episodio, gravissimo, è accaduto ieri mattina nei pressi di Sorano (in provincia di Grosseto), non lontano da dove si svolgeva un rave party, al quale sembra che i quattro giovani avessero partecipato.

L’AGGRESSIONE. Sono due i carabinieri che sono stati aggrediti, dai quattro giovani la cui auto era stata fermata per un controllo. Dopo l’aggressione i quattro, di cui tre minorenni, sono fuggiti a bordo della loro auto, ma sono stati fermati poco dopo da un’altra pattuglia.

GRAVI CONDIZIONI. Il conducente dell’auto è risultato positivo all’alcoltest: per i giovani l’accusa è di tentato omicidio. Gravi le conseguenze per i due militari dell’arma aggrediti: uno di loro è ricoverato in gravissime condizioni all’ospedale di Siena, mentre l’altro rischia di perdere un occhio.

RENZI. E anche il sindaco di Firenze Matteo Renzi ha commentato e condannato, attraverso Facebook, l’episodio: “La solidarietà mia personale e di tutta Firenze all’Arma dei Carabinieri e ai militari feriti ieri nel grossetano. Spero che i ragazzi che si sono comportati in quel modo paghino fino in fondo per il loro gesto assurdo e disumano…”, ha scritto sulla sua pagina.

Ultime notizie

Elezioni regionali Toscana 2020, affluenza alta: alle ore 12 è del 14,67%

I dati sull'affluenza alle urne alle ore 12 del 20 settembre per le elezioni regionali 2020 della Toscana: aggiornamenti alle ore 19 e 23

Fiorentina-Torino, le immagini della gara

Biraghi, Castrovilli e Chiesa i migliori in campo

Referendum 2020: affluenza al 12,25% alle ore 12

I dati sull'affluenza al referendum 2020 sul taglio dei parlamentari a partire dalle ore 12 del 20 settembre. Sulle previsioni pesa l'incognita Covid