lunedì, 18 Ottobre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaCaregiver, vaccino in Toscana: in...

Caregiver, vaccino in Toscana: in arrivo l’SMS per la prenotazione

Come funziona in Toscana la procedura di prenotazione e registrazione dei caregiver e dei conviventi di persone ultra-fragili: in arrivo i primi SMS per il vaccino anti-Covid

-

Entra nel vivo la somministrazione del vaccino ai caregiver: in Toscana sono circa 31.000 i familiari conviventi di persone fragili estremamente vulnerabili che si sono registrati sul portale e che ora potranno procedere alla prenotazione dei vaccini anti-Covid con l’arrivo di un SMS. Attendevano da settimane il loro turno. Il presidente della Regione Eugenio Giani ha annunciato che da oggi, 3 maggio, inizierà l’invio dei messaggi.

Come funziona la prenotazione del vaccino per i caregiver in Toscana: a chi arriva l’SMS

I familiari conviventi che si prendono cura di soggetti ultra-fragili riceveranno un codice di 8 cifre via SMS al numero di cellulare fornito durante la registrazione sul portale “Prenota vaccino” della Regione Toscana: i caregiver inserendo questa  stringa di numeri, potranno eseguire la prenotazione online. L’invio degli SMS verrà effettuato a partire dai familiari di soggetti estremamente vulnerabili già vaccinati, ha spiegato il governatore Giani su Facebook.

Si parte con circa 14.000 persone per poi proseguire con gli altri e concludere la somministrazione entro la fine di maggio. A loro andranno le dosi di Moderna. Questa fase riguarda solo chi i caregiver che hanno già fatto la registrazione sul sito, gli altri dovranno aspettare che la Regione Toscana riapra il portale per le pre-iscrizioni per il vaccino.

Vaccini: i requisiti per i familiari conviventi delle persone fragili estremamente vulnerabili

Attenzione però, secondo le tabelle messe a punto dal Ministero della Salute solo i caregiver e i conviventi di persone ultra-fragili con specifiche patologie hanno la priorità per il vaccino anti-Covid: dai pazienti in attesa di un trapianto ai familiari dei disabili, fino a chi vive con malati di tumore in trattamento con farmaci immunosoppressivi. Una procedura analoga, che prevede la registrazione sul sito e l’invio dell’SMS con il codice per la prenotazione del vaccino, è stata usata in Toscana anche per la categoria degli estremamente vulnerabili.

Ultime notizie