martedì, 11 Maggio 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaCercando la tigre arrestano 3...

Cercando la tigre arrestano 3 ladri

Mentre si cercava la celeberrima tigre della rufina, i carabinieri si sono imbattuti in 3 ladri in fuga, sorpresi dal padrone di casa. Tutti arrestati, ma della tigre nessuna traccia.

-

Un abitante della zona, rincasando con la figlia di 16 anni, ha trovato un’auto parcheggiata davanti al cancello dell’abitazione. Intuendo che si trattasse di ladri, ha avvisato un vicino e si è poi allontanato dando l’allarme. Le ricerche dell’animale sono state momentaneamente abbandonate ed i militari si sono concentrati sui ladri, arrestandoli.

L’ARRESTO E LA SCOPERTA. I ladri, appena capito di essere stati sorpresi, sono fuggiti, cercando di investire con l’auto un vicino di casa che tentava di fermarli. Poco dopo però, si sono imbattuti nei militari, che si trovavano in zona per le ricerche della tigre. La scoperta più amara da parte del proprietario di casa quando i carabinieri hanno fermato i tre, è stato il riconoscere sua nipote tra uno dei ladri.

DELLA TIGRE NESSUNA TRACCIA. Per quanto riguarda la tigre, non c’è stato nessun nuovo avvistamento, le trappole sono ancora vuote e nessuna immagine è stata ripresa dalle telecamere posizionate nel bosco. Tra Rufina e Pomino, nei dintorni del paesino di Rimaggio, però non si parla d’altro.

 Il capitano Simone Fabbri spiega: “Non abbiamo trovato ancora alcuna traccia. Né impronte, né altro. Ma crediamo che le testimonianze siano genuine. Certo, è possibile un errore, ma è difficile credere che qualcuno abbia potuto confondere una tigre con un altro animale”.

“Dopo il sopralluogo – prosegue il militare di Pontassieve – ora abbiamo deciso di sgombrare il bosco. Se la tigre c’è ed è qui, le trappole sono l’unico modo per trovarla”.

Ultime notizie