IL Presidente si è così espresso con la stampa intervenuta nella Sala del Gonfalone il 16 dicembre: “Si chiude all’insegna della trasparenza, del contenimento dei costi e di un intenso lavoro consiliare l’attività 2008 dell’assemblea legislativa toscana. Numeri e dati sono stati diffusi nella conferenza stampa di fine anno alla quale hanno partecipato il presidente Riccardo Nencini e i componenti dell’Ufficio di presidenza. 69 proposte di legge presentate, 45 approvate; 124 proposte di deliberazione presentate, 89 approvate; 164 mozioni presentate, 70 approvate; 20 proposte di risoluzione presentate, 15 approvate, e ancora, 131 interrogazioni orali più 2 interpellanze svolte, per un totale di 40 sedute d’aula, 50 riunioni tra Ufficio di presidenza (28) e capigruppo (22), 204 sedute delle commissioni permanenti: complessivamente 294 sedute svolte. Tra gli atti più importanti, la legge per i familiari delle vittime degli incidenti sul lavoro, le leggi di attuazione statutaria, la legge per la partecipazione, il nuovo piano sanitario, il piano di indirizzo energetico, diversi provvedimenti in materia di riforme e per il sostengo all’economia. Sul fronte dei dati di bilancio, il 2008 conferma l’andamento al contenimento e alla riduzione dei costi del Consiglio. Calano le spese a consuntivo rispetto al 2007 (oltre 95.000 euro), in particolare su costi per il personale, consulenze e convegni, contributi per il funzionamento dei gruppi consiliari. Il bilancio consuntivo 2008 (al 2 dicembre) si attesta su 30.504.796,64 euro, a fronte di 31.040.084,52 euro del 2007, con un avanzo rispettivamente di 2.354.000,00 e 3.932.254,73 euro.Quasi duecento le iniziative fra conferenze e convegni, presentazione di libri e mostre, incontri, cerimonie e premiazioni, con i classici appuntamenti di Palazzo Aperto (per il 60° della Costituzione), Pianeta Galileo (quinta edizione), Festa della Toscana (dedicata al lavoro), il conferimento di Gonfaloni d’argento a chi si è distinto nella cultura, nella solidarietà, nello sport e nel lavoro, l’omaggio a Oriana Fallaci. Significativa anche la partecipazione dei giovani con il Parlamento degli studenti, l’attività del Difensore civico a tutela dei diritti dei cittadini, e del Corecom sul fronte del rafforzamento del proprio ruolo di authority regionale di garanzia nel settore dei media locali. Iniziative legislative, eventi, approfondimenti, informazioni sull’attività consiliare e sugli eletti, dati di bilancio, bandi e gare, incarichi e nomine sono tutti consultabili on line sul sito http://www.consiglio.regione.toscana.it/, che sempre più si caratterizza per la trasparenza. Dal 2009 sarà attivo anche un nuovo servizio che permetterà di consultare “on demand” tutte le sedute d’aula in formato audio e video, con ricercabilità per parola, oratore, gruppo consiliare”.Nel materiale che è stato diffuso alla stampa anche una nota sul nuovo Portale dell’Agenzia per l’Informazione del Consiglio regionale della Toscana, di cui sono state mostrate alcune slide: “Il nuovo Portale dell’Agenzia per l’informazione realizzato in collaborazione con il Settore Tecnologie Informatiche del Consiglio – si legge nella nota – rappresenta la fase più avanzata dell’offerta multimediale di un ufficio stampa. La revisione della struttura grafica e contenutistica del quotidiano “Parlamentonline” realizzata dalla Fondazione Sistema Toscana infatti, da un lato vuole rispondere al bisogno di informazione più ampia e più orientata alla multicanalità, dall’alltro intende stabilire una efficace e costante intermediazione tra utente e contenuti ricercati nella Rete. In questa ottica il portale dell’Agenzia per l’Informazione vuole essere la porta di accesso per coloro che sono alla ricerca di notizie, informazioni, atti e quanto altro ruoti attorno al Consiglio Regionale della Toscana. Il progetto prevede anche la costruzione di una vera e propria tv fruibile unicamente via Internet, con cadenza quotidiana e orario stabilito. La web tv, pensata per sviluppare in chiave innovativa le notizie più rilevanti dell’istituzione, potrà essere utilizzata anche per realizzare interviste, approfondimenti e mini-reportage”.