mercoledì, 14 Aprile 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaCresce il rischio usura in...

Cresce il rischio usura in Toscana

Rischio usura in crescita in Toscana. Il dato è emerso oggi nel corso della riunione dell'Osservatorio regionale sul credito, a cui ha partecipato il prefetto di Firenze Andrea De Martino. L'analisi è rafforzata dalla constatazione del calo dei prestiti bancari erogati nella nostra regione.

-

Dalle 29 persone denunciate a giugno per usura, spiegano le Fiamme Gialle, si e’ passati a 53 in settembre, di cui 25 arrestate, e con il sequestro di 50 milioni di euro. Altro elemento preoccupante e’ la crescita dell’abusivismo finanziario: da 27 a 47 le persone denunciate.

L’analisi di questa situazione di rischio viene rafforzata anche dalla contrazione dei prestiti bancari erogati in Toscana: i finanziamenti al mondo produttivo si sono quasi dimezzati, passando da 4,3% al 2,4 % dell’ultimo trimestre. Piu’ lieve invece la flessione del credito alle famiglie calato al 3,6% dal precedente 3,7%.

Il settore produttivo piu’ interessato e’ quello manifatturiero (-3,2% rispetto al precedente -0,3%), seguito dalle costruzioni (3,6% a fronte del 5,8%) e dai servizi (5% contro il 6,2%). Cio’ nonostante il costo del credito si sia ridotto: i tassi di interesse a breve termine praticati alla clientela regionale dal mondo bancario sono stati pari in media al 5,1% (5,9% nel periodo precedente), mentre il tasso annuo effettivo sui prestiti a medio e lungo termine e’ stato del 3,9%, in diminuzione rispetto a tre mesi prima (4,3%).

”Emergono indici di rischio usura – ha detto il prefetto Andrea De Martino – ed e’ nostra intenzione affiancare, alle iniziative di sostegno e di maggiore informazione, un’azione sempre piu’ attenta e incisiva delle forze di polizia per far emergere il fenomeno che risulta ancora poco segnalato. Non risultano infatti quest’anno aumenti delle denunce ne’ richieste di accesso al fondo riservato alle vittime dell’usura”.

Ultime notizie