Il provvedimento Daspo è stato preso perchè gli ultrà laziali avevano improvvisato una marcetta intonando l’inno nazionale, accompagnato da braccia tese nel saluto romano.

I dieci tifosi che così volevano esplicitamente provocare la reazione della tifoseria avversaria, sono stati identificati dopo la partita grazie alle immagini riprese per mezzo delle telecamere.