domenica, 25 Luglio 2021
Pubblicità
HomeSezioniCronaca & PoliticaDue progetti per la mobilità...

Due progetti per la mobilità nell’area metropolitana Firenze-Prato-Pistoia

Progetti Simone e Wi-move

-

Contestualmente è stato approvato anche un Ordine del giorno presentato da PD e da UDC, AN e Forza Italia. “La Provincia di Firenze considera le tecnologie innovative applicate alla mobilità uno strumento centrale per il governo dei sistemi complessi di mobilità. Quando nella finanziaria 2006 venne stanziato un fondo per l’innovazione negli enti locali – ha spiegato l’assessore Giglioli – la Provincia di Firenze pose il massimo sforzo affinché una quota significativa delle risorse venisse utilizzata per finanziare progetti di enti locali nel campo delle tecnologie innovative applicate alla mobilità. Nel marzo 2008 sono stati approvati due progetti: il progetto “Simone” che ha come finalità lo sviluppo dei sistemi di monitoraggio del traffico privato grazie a navigatori di nuova generazione, che sempre più frequentemente vengono installati sulle auto e che ha come capofila il Comune di Torino ed il progetto “Wi-move” che offre ai cittadini, e anche ai turisti, dei servizi grazie al dispiegamento delle rete Wireless in ambito urbano e che ha come capofila il Comune di Roma. I progetti della Provincia di Firenze sono stati così apprezzati che il nostro ente svolge nei due macroprogetti, che valgono insieme 14 milioni di euro, il ruolo principale dopo i Comuni capofila, unico ente locale italiano a essere presente in entrambi i progetti finanziati”.

Per Bevilacqua (FI): “Si tratta di progetti interessanti che possono dare un grande contributo alla regolarizzazione della mobilità ma credo che a questi progetti manchi un quadro d’insieme. Riteniamo che non si possa escludere altri enti locali come il Comune di Firenze anche se, attualmente, il Comune di Firenze non è presente in questa progettualità e guardare alla nostra Area metropolitana: dovremmo riuscire a coinvolgere non solo la Provincia e il Comune di Prato, ma anche la Provincia e il Comune di Pistoia, e qui credo che un ruolo importante lo possa fare la Regione Toscana stimolando e convincendo questi enti locali a far parte di questi progetti. Abbiamo predisposto un Ordine del giorno dove chiediamo che tutti questi servizi, di sicuro interesse, possono essere integrati in un’area più vasta, coinvolgendo gli enti locali che fanno capo all’Area metropolitana”.

Anche Gori (PD) ha sottolineato che: “La Provincia deve invitare la Regione Toscana ad assumere un ruolo più efficace per quanto riguarda l’allargamento di questo sistema coinvolgendo Comuni e Province dell’Area metropolitana”.

Per Massai (AN). “E’ importante capire come si inseriscono i due progetti, sia il Simone che il Wi-move, senza fare ripetizioni che, non solo sono inutili, ma possono essere anche dannose. Il sistema non può essere legato solo a Firenze ed alla Provincia ma deve essere legato all’Area metropolitana, perché il traffico si sviluppa sulla direttrice Firenze-Prato-Pistoia”.

Ultime notizie