venerdì, 14 Maggio 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaE' a Firenze il miglior...

E’ a Firenze il miglior attraversamento pedonale d’Italia

Nell'ambito di un progetto europeo sono stati analizzati gli attraversamenti pedonali di Firenze. Ed ecco quali sono i migliori e i peggiori. Copn una (bella) sorpresa...

-

Un nuovo (e piuttosto insolito) primato per Firenze: la città del Giglio può vantare il miglior attraversamento pedonale d’Italia.

LA RICERCA. Ad assicurarlo sono i risultati emersi dal progetto europeo EPCA, European Pedestrian Crossing Assessment, che fa parte degli Euro Test della Fia, Federazione Internazionale dell’Automobile: si tratta, in breve, di un programma europeo di tutela dei consumatori-utenti della strada che coinvolge 17 Automobile Club di 16 paesi europei.  Naturalmente – spiega una nota – il progetto non vuole dare un giudizio complessivo sugli attraversamenti pedonali presenti in una città, ma vuole semplicemente verificare alcuni di essi, selezionati con precisi criteri per creare elementi di confronto e situazioni comparabili.

CONTROLLI. Tre anni i test di EPCA hanno coinvolto 46 città di 22 nazioni diverse, e ben 795 sono stati gli attraversamenti controllati. Le verifiche sono state fatte in orari diversi della giornata seguendo dei parametri specifici, come ad esempio la visibilità notturna e diurna e l’accessibilità, con la valutazione di ogni categoria di sicurezza e con il supporto anche di fotografie e filmati. La ricerca diviene ancora più importante se si pensa che ogni giorno almeno due pedoni muoiono sulle strade europee ed una stima ACI sostiene che 1 incidente su 4 che coinvolge pedoni, avviene proprio su un passaggio pedonale. Tornando in Italia, secondo i dati ACI – Istat nel 2009 dei 4234 morti in incidenti stradali 667 erano pedoni, nello stesso periodo di rilevamento in Toscana su 279 morti per incidenti stradali 15 erano pedoni.

IL TEST. Il progetto è partito nel 2007: da allora ogni anno sono state scelte città diverse per le verifiche, nel 2010 per l’Italia sono state selezionate la città di Firenze e quella di Torino. A Firenze la squadra di rilevazione del progetto ha controllato ben 15 attraversamenti pedonali, dall’11 al 13 ottobre:

Piazza Beccarla incrocio con via Gioberti (2 attraversamenti)
Piazza Alberti incrocio con via Aretina
Via Landucci – scuola Giotto
Via Mannelli incrocio viale Mazzini
Viale Lavagnini incrocio viale Strozzi (2 attraversamenti)
Viale Guidoni incrocio via Forlanini
Via di Novoli incrocio via Villa Demidoff
Via Benedetto Marcello incrocio viale Redi
Via Cassia incrocio con viale Redi
Viale Fratelli Rosselli – Stazione Leopolda
Via del Bronzino incrocio piazza Gaddi
Lungarno Corsini incrocio Piazza Goldoni
Ponte Santa Trinità incrocio con lungarno Guicciardini.

TOP & FLOP. L’attraversamento pedonale fiorentino che ha risposto positivamente a buona parte dei requisiti richiesti è proprio quello di Piazza Beccaria, che è stato inserito al 22esimo posto nella graduatoria dei 270 passaggi pedonali analizzati nel 2010 in Europa, risultando anche il migliore d’Italia. Anche gli altri attraversamenti pedonali non hanno demeritato, tanto che Firenze è situata all’ottavo posto tra le città analizzate nell’anno passato. Complessivamente, dei 15 passaggi pedonali analizzati 8 sono stati giudicati buoni, 4 sufficienti e solo 3 insufficienti: via del Bronzino all’altezza di Piazza Taddeo Gaddi, lungarno Corsini all’incrocio con piazza Goldoni, e via Mannelli incrocio viale Mazzini.

PREGI & DIFETTI. Tra i punti forti di Firenze la buona illuminazione notturna (eccellente in 7 su 15), la buona temporizzazione semaforica con verdi pedonali sufficienti e tempi d’attesa non particolarmente lunghi e la buona visibilità della segnaletica orizzontale (le strisce). Gli elementi negativi degli incroci fiorentini sono sostanzialmente tre: la non perfetta separazione dei percorsi pedonali da quelli delle biciclette, la scarsa accessibilità a causa della sosta illegale, gradini, rampe troppo pendenti e marciapiedi stretti e limitazione alla visibilità del pedone per sosta legale e illegale immediatamente a ridosso dell’attraversamento.

VIA DEL BRONZINO. L’attraversamento pedonale per il quale sono state registrate maggiori criticità è quello di via del Bronzino all’altezza di piazza Taddeo Gaddi. Tra gli elementi critici di questo attraversamento la sosta legale dei veicoli che ostacola la visuale dei pedoni diretti verso il centro città, l’alta velocità dei veicoli nella direzione opposta e lo stretto marciapiede in curva, sul lato rivolto verso il fiume Arno, che limita l’accessibilità e crea conflitti tra pedone e traiettorie dei veicoli, creando condizioni di alta pericolosità.

Ultime notizie