venerdì, 7 Maggio 2021

E a San Salvi si inventa la ”tassa di scopa”

Mentre la tassa di scopo, l'euro in più da far pagare a chi viene in visita a Firenze, è ancora in bilico tra le carte dei ministri e quelle di Palazzo Vecchio, a San Salvi nasce la “tassa di scopa”. “Per salvare il parco e la sua cultura”, commenta Claudio Ascoli dei Chille de la balanza.

-

Mentre la tassa di scopo, l’euro in più da far pagare a chi viene in visita a Firenze, è ancora in bilico tra le carte dei ministri e quelle di Palazzo Vecchio, a San Salvi nasce la “tassa di scopa”. “Per salvare il parco e la sua cultura”, commenta Claudio Ascoli dei Chille de la balanza.

CHILLE. A lanciare l’iniziativa non potevano esser stati che loro, i Chille de la balanza, la compagnia teatrale che da anni ha sede all’interno dell’ex manicomio fiorentino e da sempre è impegnata sul fronte della memoria. La tassa di scopa comincerà ad essere raccolta giovedì 13 gennaio. Tutti coloro che varcheranno il cancello di San Salvi saranno invitati da due spazzini a dare 1 euro per “salvare San Salvi e la sua cultura”. Top secret su cosa accadrà in concreto.

TORNA LA PASSEGGIATA NOTTURNA. Ma quel che è noto renderà felici molti appassionati di San Salvi. Torna a grande richiesta la famosa passeggiata notturna per il parco in compagnia di Claudio Ascoli. Lo spettacolo itinerante si terrà venerdì prossimo, 14 gennaio alle 21. Uno spettacolo-affabulazione-denuncia di oltre due ore e trenta minuti, che in dodici anni e quasi 500 repliche ha divertito ed emozionato venticinquemila spettatori, e che tanto ha contribuito a formare il popolo sansalvino. Solo 40 gli spettatori ammessi, per il costo simbolico di 5 euro. E’ necessario prenotare per telefono allo 055 6236195 o per mail a [email protected]

Ultime notizie