mercoledì, 28 Ottobre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica È la Gioconda? Continuano le...

È la Gioconda? Continuano le ricerche a Sant’Orsola. Attraverso gli insetti

L'entomologo ha volato dall’Inghilterra per dare il suo contributo per svelare il mistero che attanaglia Firenze: uno dei due scheletri trovati nell’ex convento di Sant’Orsola apparterrà a Lisa Gherardini, alias la Gioconda di Leonardo?

-

Sant’Orsola, continua la “caccia” alla tomba di Lisa Gherardini.

L’ENTOMOLOGO. È arrivato a Firenze dall’Inghilterra l’entomologo Stefano Vanin, professore dell’univiesrità degli studi di Huddersield, che cercherà di dare una mano per risolvere il mistero sugli scheletri trovati nell’ex convento di Sant’Orsola. Il suo compito sarà quello di studiare gli insetti che si sono nutriti di quel corpo e, così facendo, potrà dare delle informazioni riguardanti il decesso. “Io sono qui – ha specificato il professor Vanin – per applicare le tecniche dell’entomologia forense, la branca dell’entomologia che si occupa dello studio della fauna che colonizza il cadavere dopo la morte dell’individuo. Primo step è quello di andare alla ricerca degli insetti nel suolo, partendo dalla terra contenuta all’interno della scatola cranica”.

LA STAGIONE. L’entomologo ha fatto sapere che studiando gli insetti non si potrà definire l’anno del decesso, bensì la stagione. Sarà molto importante sapere se questa è riferibile al periodo estivo, poiché dai documenti si sa che Lisa Gherardini, la nobildonna che si dice abbia ispirato Leonardo Da Vinci nel dipingere la “Gioconda”, è stata sepolta proprio nel mese di luglio.

LA MOSCA DEI SARCOFAGI. “Il mio sogno – ha confessato Vanin – è quello di trovare gli insetti che hanno colonizzato il corpo, in particolare vorrei trovare quella conosciuta come la mosca dei sarcofagi che ci fornirebbe molti indizi sull’eventuale corpo della Monna Lisa”.

LE RICERCHE CONTINUANO. Silvano Vinceti,  presidente del comitato per la valorizzazione dei beni storici artistici e culturali, che sta compiendo la ricerca sugli eventuali resti della Monna Lisa ha fatto sapere che le ricerche sono arrivate alla prima metà della prima fase:“Una volta terminata, tutti i resti saranno trasferiti a Ravenna, dove verranno esaminati con il carbonio 14 per determinare il periodo storico, poi l’esame istologico per indicare l’età, infine l’esame del dna che ci dà la prova regina e che ci permetterà di accertare se si tratta della Gherardini oppure no. Infine si procederà alla ricostruzione del viso e la confronteremo con la Gioconda per rispondere all’affascinante domanda su chi è stata la vera modella o i modelli di Leonardo”.

Leggi anche: Sarà la Monna Lisa? Aperta una nuova tomba a Sant’Orsola / FOTO

Ultime notizie

Tramvia Firenze: fermate, orari, mappa linea per linea. Guida completa

Tutto quello che c'è da sapere sulla tramvia di Firenze: le linee già in funzione e quelle progettate, fermate, percorsi, orari, frequenze delle corse e regole anti-Covid

Tramvia notturna, stop agli orari lunghi nel weekend

Stop al servizio notturno fino alle 2.00, il venerdì e sabato notte: gli orari estesi vengono sospesi dopo le disposizioni del nuovo Dpcm

“Diciamo no alla chiusura delle palestre”, in 100 mila firmano la petizione

Partita la raccolta di firme per dire no alla chiusura delle palestre decisa dall'ultimo Dpcm come misura anti Covid

Pulizia strade a Firenze “sospesa” per Covid, non bisogna spostare l’auto

Stop alle multe per divieto di sosta, in occasione della pulizia delle strade. Da quando non è più obbligatorio spostare l'auto a Firenze