sabato, 25 Settembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaEuropei 2016, Firenze si candida

Europei 2016, Firenze si candida

Firenze si candida ad ospitare i campionati europei di calcio e sosterrà la candidatura dell’Italia quale nazione ospitante della manifestazione. Arrivato il via libera del consiglio comunale.

-

Firenze si candida dunque ad ospitare i campionati europei e sosterrà la candidatura dell’Italia. L’ordine del giorno che dà il via libera alla candidatura di Firenze è stato votato ieri pomeriggio in consiglio comunale con 30 voti a favore (PD, Gruppo Spini; Sinistra Ecologia e Libertà e Mario Razzanelli della Lega Nord) su 31 presenti. Il gruppo del PdL non ha votato.

“Soddisfazione per aver permesso alla città di Firenze di poter partecipare alla candidatura per i campionati europei di calcio ‘UEFA EURO 2016’, nel caso in cui l’Italia risulti la nazione designata ad ospitare questa splendida manifestazione sportiva”. E’ quanto hanno espresso il capogruppo del PD Francesco Bonifazi e il presidente della commissione sport di Palazzo Vecchio Leonardo Bieber. “Un’occasione importante che va al di là del significato sportivo e che rappresenta una grande opportunità anche dal punto di vista culturale ed economico per la nostra città. Respingiamo al mittente – hanno detto i due esponenti della maggioranza – ogni forma di strumentalizzazione dell’atto approvato. Non è vero che con esso si preclude la possibilità di realizzazione della cittadella viola la quale resta uno degli obiettivi di questa amministrazione. La realizzazione della cittadella – hanno continuato Bonifazi e Bieber – , una volta sciolti tutti i vincoli oggi esistenti nell’area indicata, dipende dalla volontà dei privati, avendo il Comune non solo indicato l’area, ma essendosi impegnato anche a terminare le procedure burocratiche necessarie nei prossimi mesi”.

In base all’ordine del giorno approvato, il consiglio comunale si impegna su quattro punti: sostenere la candidatura dell’Italia quale nazione ospitante la manifestazione sportiva denominata “UEFA EURO 2016” e della città di Firenze ad ospitare l’iniziativa, mettendo a disposizione – previo accordo con la società ACF Fiorentina concessionaria dell’impianto – lo Stadio e le aree limitrofe di proprietà pubblica; ad inserire entro i termini di legge, in caso di assegnazione dell’evento all’Italia e di accoglimento della candidatura di Firenze, l’intervento di adeguamento dello stadio agli standard UEFA EURO 2016 nel programma triennale delle opere pubbliche previa verifica della conformità urbanistica; a stanziare nel bilancio pluriennale 2011-2013 le somme necessarie anno per anno per l’adeguamento dello Stadio Comunale “Artemio Franchi”; a realizzare, secondo la tempistica indicata dalla FIGC e dalla UEFA, le opere in oggetto, relative all’adeguamento dello Stadio, secondo la normativa di legge.

 

Ultime notizie