Pensioni e case di conoscenti non sono più l’unica soluzione per sistemare gli animali domestici ne periodo delle vacanze. Mici e fido possono seguire i padroni durante le ferie, anche sui mezzi pubblici.

Ecco le regole basilari da seguire, così come consiglia l’associazione di consumatori Aduc.

In treno: muniti di guinzaglio e museruola i cani possono sistemarsi nei compartimenti o, in mancanza di questi ultimi, nelle piazzole all’inizio e fine di ogni vagone. Questo vale solo per Regionali, Intercity, Intercity Plus, Eurostar City Italia, Espressi ed Intercity Notte, con pagamento fino ad un importo massimo di 5 euro. 

Se “sistemati” in appositi contenitori i cani possono invece viaggiare gratis su Eurostar Italia effettuato con materiale ETR 460, ETR480 e ETR500, Eurostar Italia Alta Velocita’, Treno TBiz

E’ possibile anche la sistemazione in vagone letto o nelle cuccette, purche’ il compartimento sia acquistato ad uso esclusivo; la sistemazione e’ gratuita per cani o gatti in appositi contenitori e dietro pagamento per cane di grossa taglia (prezzo fisso 5 euro).

Su tutti i treni prenotabili (Espressi, Intercity, Intercity Plus, Intercity Notte, AV,  ES, City, TBiz.) e’ necessario prenotare il viaggio facendo richiesta per il  trasporto dell’animale. Da ricordare che i cani per i ciechi sono sempre ammessi gratuitamente.

Traghetti: le sistemazioni sono diverse in relazione al tipo di compagnia di navigazione. Alcune posseggono un piccolo canile, altre consentono Fido al seguito, limitando pero’ la permanenza a determinati spazi: in questo caso e’ obbligatorio il guinzaglio e la museruola.

Sia nella prima che nella seconda sistemazione e’ previsto il pagamento del biglietto. Non e’ consentito invece portare cani nelle cabine.